Saturday, 21 September 2019 - 02:37
direttore responsabile Roberto De Nart

Mercoledì all’Alexander Girardi Hall di Cortina parole e musica con Ramin Bahrami e “Il suono dell’Occidente”

Ago 19th, 2014 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè

Cortina d’Ampezzo. Cosa succede quando si mettono insieme un libro, un grande musicista e un pianoforte? Nella Regina delle Dolomiti, il privilegio di conoscere i due volti di Ramin Bahrami. Quello di scrittore, autore di Il suono dell’Occidente (Mondadori), e quello per il quale milioni di persone lo conoscono e lo amano: l’interprete di Bach. E Bahrami sarà protagonista del prossimo appuntamento di Una Montagna di Libri, la rassegna di incontri con l’Autore di Cortina d’Ampezzo. Una conversazione con Alessandro Tortato.

Grazie alla collaborazione con il Festival e Accademia Dino Ciani di Cortina d’Ampezzo, Bahrami eseguirà alcuni brani al pianoforte.

 

Alexander Girardi Hall di Cortina d'Ampezzo

Alexander Girardi Hall di Cortina d’Ampezzo

Appuntamento mercoledì 20 agosto 2014, alle ore 18, presso l’Alexander Girardi Hall di Cortina.

 

Sponsor dell’evento è VENETO BANCA.

 

RAMIN BAHRAMI (Teheran 1976) si è trasferito in Italia a tredici anni e ha studiato al conservatorio Giuseppe Verdi di Milano e all’Accademia di Imola. Dal 2001 vive in Germania. È presidente e ideatore del World Bach-Fest e tiene concerti in tutto il mondo. Incide per la Decca e la sua discografia si incentra sulle opere di Johann Sebastian Bach, di cui è considerato uno dei massimi interpreti.

IL LIBRO. Si può raccontare la musica senza note, usando solo le parole? Ramin Bahrami crede di sì. D’altra parte, con i grandi compositori del passato ha un rapporto strettissimo, intimo: la musica è per il pianista un fil rouge, ciò che tiene insieme la sua infanzia perfetta in una Teheran baciata dalla cultura con l’esilio seguito all’incarcerazione e alla morte del padre; la sua identità persiana con quella di uomo immerso nell’Occidente; la storia dei suoi avi, provenienti dalla Persia, dall’Europa, dalla Russia, con la sua. Nella musica, e specialmente in Bach, Bahrami ha trovato l’alfa e l’omega: la musica è il suo modo per sopravvivere, per amare, per ricordare. Ne ripercorre la storia attraverso quattordici capolavori: opere fondanti e definitive che hanno creato una discontinuità, cambiando il corso del futuro. I grandi compositori ci sono tutti: da Monteverdi e Vivaldi a Stravinskij e SchÖnberg, passando per le tre B (Bach, Beethoven e Brahms), i malinconici Mahler e Rachmaninov e i rivoluzionari Strauss e Wagner.

 

L’appuntamento con Ramin Bahrami è quindi per mercoledì 20 agosto 2014, alle ore 18, presso l’Alexander Girardi Hall di Cortina d’Ampezzo. Ingresso libero fino a esaurimento posti.

 

  • Save the date. È tutto pronto, intanto, per i prossimi incontri di Una Montagna di Libri. Giovedì 21 agosto, alle ore 18, presso il Miramonti Majestic Grand HotelGigi Moncalvo parlerà della famiglia Agnelli
Share

Comments are closed.