Tuesday, 17 September 2019 - 16:28
direttore responsabile Roberto De Nart

Cuori nel Pozzo, il libro di Roberta Sorgato, venerdì al Museo Vittorino Cazzetta

Ago 19th, 2014 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè

Il 22 agosto alle ore 21.00, presso la sala conferenze del Museo Vittorino Cazzetta di Selva di Cadore, per il ciclo venerdì cultura, verrà presentato il libro di Roberta Sorgato “Cuori nel Pozzo”.

L’autrice è nata in Belgio da genitori italiani, abita in provincia di Treviso, dove insegna. Tale libro che rievoca le condizioni di vita precedenti alla grande trasformazione degli anni Sessanta del Novecento e la durissima realtà vissuta dagli emigrati italiani nelle miniere di carbone del Belgio, è un omaggio rivolto ai tanti che consumarono le loro vite fino al sacrificio estremo, per amore di quanti erano rimasti a casa, ad aspettarli. Pagine spesso commosse, dedicate a chi lasciò il paese cercando la propria strada per le vie del mondo. L’Italia li ha tenuti a lungo in conto di figliastri, dimenticandoli. La difficoltà di comunicare, le enormi lontananze, hanno talvolta smorzato gli affetti, spento la memoria dei volti e delle voci. Mentre in giro per l’Europa e oltre gli oceani questi coraggiosi costruivano la loro nuova vita.

Ciascuno con la nostalgia della contrada natale, dove si cela anche un po’ di rancore verso la patria che li ha costretti a partire. Qualcuno fa i soldi, si afferma, diventa una personalità. Questi ce l’hanno fatta, tanti altri consumano dignitosamente la loro vita nell’anonimato. Altri ancora muoiono in fondo ad un pozzo, cadendo da un’impalcatura, vittime di mille mestieri pesanti e pericolosi che solo gli emigrati accettano di fare. Ma sempre con onore. E il loro ricordo resta affidato alle famiglie. Ora che cinquant’anni ci separano dalla nostra esperienza migratoria, vissuta dai predecessori per un buon secolo, la memorialistica si fa più abbondante. Esce dalla pudica oralità dei protagonisti, e grazie ai successori, più istruiti ed emancipati si offre alla storia comune attraverso le testimonianze raccolte in famiglia. Con la semplicità e l’emozione che rendono più immediata e commossa la conoscenza.

 

Share

Comments are closed.