Monday, 16 September 2019 - 00:42
direttore responsabile Roberto De Nart

Giovedì a Feltre serata di musica e narrazione con i Cantina Malvazia in omaggio a Fabrizio De Andrè

Ago 17th, 2014 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè, Società, Associazioni, Istituzioni

Nella suggestiva cornice della corte del Castello di Alboino giovedì 21 agosto, dalle ore 21, i Cantina Malvasia proporranno “Per la sola ragione del viaggio”, una serata di musica e narrazione che ripercorre le strade umane e artistiche di Fabrizio De Andrè. 
Lo spettacolo, a ingresso libero e gratuito, è organizzato dal Servizio Cultura e Politiche giovanili del Comune di Feltre, con il contributo di Unicredit. In caso di maltempo si terrà al Palaghiaccio 

Castello d'Alboino - Feltre

Castello d’Alboino – Feltre

Per la sola ragione del viaggio 

Chi era De André? Cosa ispirò la sua poetica dal dopoguerra fino alla sua morte? Cosa distingueva l’artista dall’uomo? 

I Cantina Malvasia cercano di spiegarlo, in modo leggero e ironico, nello spettacolo “Per la sola ragione del viaggio”, un cammino di musica e narrazione che si snoda seguendo il percorso umano e artistico di Faber, amato e indimenticato cantautore genovese scomparso nel 1999. 

Un viaggio che passerà attraverso la Genova e il mare di Crêuza de mä, il pacifismo e la guerra di Piero, gli emarginati e la tolleranza di Khorakhanè, l’umanità disperata, ma vera e intensa di Via del Campo . La voce narrante di Stefano Lucchetta introduce e commenta i brani. 

Cantina Malvasia <http://www.cantinamalvasia.it>

Il gruppo nasce nell’estate del 2010 dalla riunione di sette giovani musicisti provenienti da differenti realtà musicali: 

Gianluca Nicolai – voce 

Francesco Minella – chitarre 

Stefano Caviola – basso & cori 

Nicola Dallo – batteria e percussioni 

Robinha Salvão – flauto, glockenspiel, melodica & cori 

Alessandra Bertoni – violino 

Marco Soccol – pianoforte, chitarra & cori 

La volontà principale del gruppo è riproporre musica d’autore e
popolare, cercando di offrire un ascolto piacevole e di qualità,
prestando un’attenzione particolare a ll’arrangiamento e alla ricerca
dei suoni. Ecco quindi che, oltre alla strumentazione tipica di un
complesso pop, per far apprezzare suoni reali e non dei surrogati
sintetici, sono stati introdotti il flauto traverso, il violino e
alcune percussioni. Il loro repertorio si è concentrato in
particolare sull’opera di Fabrizio De André, artista che è riuscito
a produrre brani eccellenti, di generi anche molto diversi tra loro, e
che per questo offre un ascolto vario, completo e intensamente
apprezzato dal pubblico di ogni età.

Share

Comments are closed.