Saturday, 21 September 2019 - 02:56
direttore responsabile Roberto De Nart

25enne scivola e muore dopo aver chiamato il 118

Ago 10th, 2014 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

soccorso alpinoAuronzo di Cadore (BL), 10-08-14 Partito in mattinata con gli amici e la compagna per un’escursione, un giovane ferrarese ha poi deciso di proseguire da solo verso il Bivacco De Toni e di scendere dal sentiero numero 106 della Val del Marden verso la Val Marzon, mentre i compagni sarebbero tornati dal Rifugio Carducci attraverso la Val Giralba. Perso il sentiero scendendo a valle, M.C., 25 anni, si è ritrovato bloccato sopra un salto di roccia e ha contattato il 118 attorno a mezzogiorno e mezza. Pensando di trovarsi in Val del Marden, descriveva alla centrale ciò che vedeva, ovvero una cascata e un nevaio più in basso.

Messo subito in contatto con la Stazione del Soccorso alpino di Auronzo per cercare di circoscrivere il luogo della ricerca, il giovane non risultava raggiungibile e dopo lo scambio di un paio di messaggi con i soccorritori non c’erano stati più contatti. Mentre una squadra arrivava al Rifugio Auronzo per avviare la ricerca, l’elicottero dell’Aiut Alpin Dolomites di Bolzano effettuava senza esito una prima ricognizione. Una quindicina di soccorritori, compreso personale della Forestale, si preparava quindi a intervenire a piedi. Imbarcati due soccorritori, l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore ha sorvolato nuovamente l’area.

Purtroppo, dopo aver individuato lo zaino, l’equipaggio ha poi visto il corpo senza vita del ragazzo. L’eliambulanza ha sbarcato con un verricello il tecnico del Soccorso alpino di bordo, gli altri due soccorritori e il medico, che ha solamente potuto constatare il decesso del giovane escursionista. Il ragazzo si trovava in realtà nella Valle dei Toni, parallela alla Val del Marden e, probabilmente spostandosi, era scivolato sulla roccia bagnata cadendo per alcune decine di metri e fermandosi tra la roccia a il ghiaccio del nevaio. Ricomposta, la salma è stata imbarellata e recuperata con un verricello per essre trasportata a valle e poi accompagnata alla cella mortuaria di Auronzo.

Share

Comments are closed.