Tuesday, 17 September 2019 - 17:21
direttore responsabile Roberto De Nart

Incontro dei sindaci in Prefettura per l’accoglienza dei migranti

Ago 8th, 2014 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina, Società, Associazioni, Istituzioni
Palazzo dei Rettori sede della Prefettura

Palazzo dei Rettori sede della Prefettura

Si è tenuto oggi (venerdì 8 agosto) in Prefettura un incontro per esaminare la tematica dell’accoglienza dei cittadini stranieri giunti in provincia di Belluno a seguito dei trasferimenti disposti dal Ministero dell’Interno in relazione ai continui sbarchi di migranti lungo le coste italiane.

All’incontro, presieduto dal viceprefetto vicario Carlo De Rogatis, hanno preso parte sindaci e assessori dei Comuni di Belluno, Feltre, Ponte nelle Alpi, Limana, Fonzaso, Perarolo di Cadore, Valle di Cadore e Puos d’Alpago.

Nel corso della riunione sono state esaminate alcune criticità registrate da parte dei Comuni nel sistema di accoglienza ed analizzate alcune proposte per l’integrazione degli stranieri con le comunità locali.

A tale riguardo è stata illustrata, dall’assessore ai Servizi sociali e Flussi migratori del Comune di Belluno, Valentina Tomasi, la procedura avviata dal comune capoluogo, ma che potrà in futuro essere seguita anche dagli altri comuni interessati, per consentire ai migranti di partecipare ad attività di volontariato organizzate e regolamentate dall’amministrazione comunale.

Al contempo, sotto altro profilo, è stato assicurato, da parte della Prefettura, il mantenimento di un elevato livello di attenzione e vigilanza sulle strutture di accoglienza nelle quali proseguiranno le verifiche da tempo avviate da questa Prefettura in ordine al rispetto degli obblighi convenzionali da parte dei gestori.

Da ultimo, i presenti hanno concordato circa l’opportunità di programmare, con cadenza mensile, apposite riunioni sul tema, con il duplice scopo di esaminare le diverse problematiche che dovessero verificarsi nel tempo e di creare un momento di confronto e di scambio delle “buone pratiche” tra tutti i soggetti istituzionalmente coinvolti nel sistema di accoglienza.

 

Share

3 comments
Leave a comment »

  1. W i clandestini! Mentre il paese va a rotoli, i nostri politici si occupano solo dei migranti clandestini. Bravi!

  2. Senza negare la situazione di disagio dei clandestini, faccio presente che essi percepiscono, oltre al vitto e alloggio, biancheria e lavaggio vestiario, assistenza di vario genere, 2,5€ giornalieri, scheda telefonica da 15€,ecc.
    Il tutto può essere valutato in oltre 1.300€ mensili. E per ora senza far nulla per il proprio mantenimento giornaliero.
    Giustamente molti Bellunesi che si trovano in situazione disagiata, pur per motivi del tutto diversi, si chiedono per assurdo, ma non troppo, se non sia il caso di farsi equiparare a quei profughi.

  3. speriamo che non commettano qualche reato perchè se vanno in galera maturano il diritto a 8 € al giorno per l’eventuale disagio.