13.9 C
Belluno
lunedì, Maggio 25, 2020
Home Cronaca/Politica Decreto Salva-Roma: cambiano i musicisti ma la sinfonia è sempre la stessa....

Decreto Salva-Roma: cambiano i musicisti ma la sinfonia è sempre la stessa. L’indignazione del senatore Piccoli

Giovanni Piccoli, senatore Pdl
Giovanni Piccoli, senatore Pdl

La ballata degli indignati

Cinque anni e mezzo fa (Governo Berlusconi), il 7 ottobre del 2008, ad indignarsi era l’onorevole Francesco Laratta (Pd) primo firmatario dell’interrogazione a risposta immediata al ministro dell’Economia e delle finanze, per la delibera del Cipe che assegnava un contributo a fondo perduto di 140 milioni di euro per il comune di Catania e di 500 milioni di euro per il comune di Roma, attingendo le relative risorse dal fondo statale per le aree sottoutilizzate.

Oggi dopo che in aula al Senato è approdata la discussione sul cosiddetto decreto Salva-Roma, è il senatore bellunese Giovanni Piccoli (Forza Italia) indignato che dice: “Con il Salva-Roma il Governo Renzi lancia un messaggio gravissimo, andando a premiare le cattive amministrazioni, quelle che hanno accumulato debiti, scialacquando denaro pubblico. E’ un segnale irresponsabile e che va nella direzione opposta di merito e trasparenza tanto decantata dal premier e dai suoi seguaci. Con buona pace dei comuni virtuosi del Bellunese”.

“Si introduce una iniqua premialità a scapito delle amministrazioni virtuose, e questo proprio nel momento in cui si sta per chiedere ai sindaci di piccoli comuni di rinunciare a qualsiasi forma di compenso, dimenticando quanto la figura del primo cittadino in queste realtà spesso periferiche sia cruciale e fondamentale”.

“La realtà è che il Salva-Roma è uno dei primi provvedimenti concreti della cosiddetta “nuova era” dell’Esecutivo Renzi: si salva il comune di Roma dal dissesto finanziario, mentre gli altri – a cominciare dai più bravi – vengono costantemente bastonati”, conclude Piccoli.

Share
- Advertisment -

Popolari

Mondiali sci Cortina. De Menech: “Comprensibile il rinvio al 2022”

Belluno, 25 maggio 2020  «Era tutto pronto, dal punto di vista organizzativo e sportivo, ma la decisione del Coni e della Fisi di spostare di...

Appena uscito dal carcere ruba un’auto e due bici. Arrestato dalla Volante e incarcerato in un’ora

E' durata poco la libertà a B.A.S. tunisino 50enne con precedenti penali, che appena scarcerato dalla Casa circondariale di Baldenich ha ripreso immediatamente il...

Perarolo di Cadore. Conclusa l’istruttoria del Pat, domani l’approvazione in Provincia

Sarà portato in consiglio provinciale domani (martedì 26 maggio) il Pat del Comune di Perarolo. Un Piano di Assetto del Territorio che punta soprattutto...

Assistenti civici. De Carlo: “Ai comuni serve gente che lavori. Perché non obbligare i percettori del reddito di cittadinanza?”

"Ai comuni serve gente che prenda una scopa per pulire le strade, o accenda un decespugliatore per sfalciare i prati, non che stia in...
Share