Wednesday, 20 November 2019 - 06:31
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Intervento della Regione sull’impianto di trattamento rifiuti di Maserot. Le preoccupazioni del Comitato dei cittadini sul compost per uso agricolo

Apr 23rd, 2014 | By | Category: Cronaca/Politica, Meteo, natura, ambiente, animali, Riflettore
Biodigestore a Maserot

Biodigestore a

Con Decreto n. 18 del 24 aprile 2013 pubblicato sul Bur n.17  (Bollettino ufficiale della Regione Veneto) dell’11 febbraio 2014 il dirigente dell’Unità complessa Tutela atmosfera della Regione Veneto ha evidenziato una serie di prescrizioni alle quali la Dolomiti Ambiente spa (società pubblica: 84,8% Amministrazione Provinciale di , 7,6% Bim Gestione Servizi Pubblici spa, 7,6% Acegas – Aps spa) con sede in località Maserot, dovrà adeguarsi.

Il decreto evidenzia una delicata situazione ambientale dell’impianto di trattamento dei rifiuti urbani e ritiene necessario assumere un provvedimento che induca la Società ad eliminare le irregolarità riscontrate e ancora presenti presso l’impianto, mediante l’adozione di opportuni comportamenti tecnici-gestionali e la realizzazione degli eventuali interventi necessari nello stabilimento.
Questi, alcuni dei principali problemi emersi:

– mancato rispetto dei valori allo scarico, sia in sulo che in corpo idrico superficiale per i parametri COD, BOD5, azoto, Al, Fe

– superamento dei valori limite per i parametri Pb, Sn, Zn nel suolo

– mancanza di previsti dispositivi di sicurezza nelle acque di dilavamento dei piazzali e il concomitante mantenimento dello scarico al suolo

– provenienza dei rifiuti organici indebitamente stoccati nel capannone di biossidazione

Alla luce di tale rapporto, c’è da chiedersi se il compost per uso agricolo prodotto dall’impianto e poi sparso sul territorio, rispetti le norme sull’inquinamento del suolo, aria e falde circostanti, come sottolinea il Comitato cittadini di Santa Giustina.
Share
Tags: , ,

Comments are closed.