Wednesday, 20 November 2019 - 06:29
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Il tennis bellunese nei circuiti regionali. In estate l’Atp challenger di Cortina

Apr 18th, 2014 | By | Category: Prima Pagina, Sport, tempo libero

tennis-fisterreIl Gran Prix delle Dolomiti diventa circuito veneto. La stagione del tennis bellunese è alle porte e sono numerose le novità che il comitato provinciale ha messo sul piatto per un’annata che avrà in estate il suo momento clou. Dal 28 luglio al 3 agosto a Cortina i professionisti dell’Atp si sfideranno in un torneo Challenger con montepremi da 50 mila dollari. Un evento, per il tennis provinciale ma anche veneto e nazionale. Non sono molti i Challenger con un montepremi così elevato, in Italia.

Il torneo sarà la chicca di una stagione che si annuncia di altissimo livello. Il Gran Prix delle Dolomiti, circuito che negli ultimi anni ha animato la provincia, quest’anno si svolgerà in maniera diversa. I tornei di terza e quarta categoria sono stati inseriti nel circuito veneto Daikin Rotex, quelli giovanili nello Youg Boys. Al termine di entrambi è previsto un master finale al quale parteciperanno i tennisti che avranno ottenuto i risultati migliori. Il tennis provinciale acquista dunque un respiro regionale.

La stagione inizierà il 17-18 maggio a Sedico, dove si sfideranno gli under 10, 12 e 14. Il 24 maggio scatterà invece il torneo di quarta categoria, maschile e femminile, al Country club di Cortina. Sui campi dei circoli di tutta la provincia, da Feltre a Cortina, passando per Sedico, il Mas con il Fiori Barp, Belluno, Polpet, Pieve di Cadore e Agordo, sono in programma 43 tornei: 23 per gli under, 10 per i tennisti di terza categoria, 8 per quelli di quarta. La prima settimana di giugno a Belluno è in programma un Seconda limitato ai 3.5, in agosto non mancherà il tradizionale Open maschile a Pedavena. Ciliegina sulla torta, l’Atp Challenger di Cortina dal 28 luglio al 3 agosto.

«Sarà il momento clou della stagione, la punta dell’iceberg di un movimento che in sette anni si è sviluppato in maniera esponenziale», afferma il presidente provinciale Fabrizio Montenero. «Da quando i circoli della provincia hanno avviato la loro collaborazione, è triplicato il numero degli agonisti, è cresciuto il numero dei tornei, si sono moltiplicati i semplici appassionati della racchetta». Merito di un team composto da Montenero, dal direttore del Ct Belluno Pepe Rigamonti, da Eddy Ortese (Ct Tiziano di Pieve di Cadore), Alessandro Pontin (Pedavena&Norcen), Dario Tamburlin (Sedico), Andrea Mantegazza (Country Cortina). Ultimo in ordine di arrivo ai piedi delle Dolomiti, ma prezioso per il lavoro che sta svolgendo a Cortina. «Un lavoro che tutti i circoli della provincia stanno portando avanti da anni, e i risultati si vedono», prosegue Montenero. «I vivai sono ricchi di giovani e appassionati tennisti, che competono con successo nelle manifestazioni individuali e a squadre». Un ringraziamento finale va ai giudici arbitro, figure indispensabili per lo svolgimento dei tornei, e al fiduciario provinciale Oscar Perotto, che ha accompagnato il movimento tennistico bellunese in tutti questi anni con passione, dedizione, disponibilità e professionalità.

Share

Comments are closed.