Sunday, 17 November 2019 - 14:47
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Bim Belluno Infrastrutture approva il bilancio

Apr 17th, 2014 | By | Category: Cronaca/Politica, Lavoro, Economia, Turismo, Prima Pagina

Belluno, 17 aprile 2014 –  Si è tenuta oggi pomeriggio alle 15 in Sala Muccin a Belluno l’assemblea ordinaria di Bim Belluno Infrastrutture. Presenti 54 Comuni soci, che si sono espressi sul bilancio di esercizio 2013 e sui nuovi organi di governo della società, in scadenza proprio con l’approvazione del bilancio.

Bruno Zanolla

Bruno Zanolla

Ad aprire la riunione il presidente di Bim Infrastrutture Bruno Zanolla, affiancato dai consiglieri di amministrazione Alberto Graz e Loretta Ben, che ha presentato ai presenti le attività svolte nell’anno per i settori gas ed idroelettrico: «Nel settore gas – ha spiegato Zanolla – abbiamo realizzato opere ed interventi per circa 2,3 milioni di euro: parliamo di esecuzione di singoli allacciamenti di utenza eseguiti su tutto il territorio bellunese (oltre 1600 derivazioni d’utenza) ma anche di prolungamenti di rete nei comuni di Cortina (130 mila euro) e Vigo d Cadore (1 milione di euro). In progettazione, invece, il prolungamento della rete gas ad Auronzo di Cadore (1,6 milioni di euro) e la realizzazione di un impianto di cogenerazione nella centrale termica di teleriscaldamento a Santo Stefano di Cadore (1,5 milioni di euro)». Importante anche l’attività resa dalla società nella promozione di energia da fonti rinnovabili: «Nel settore idroelettrico – ha puntualizzato Zanolla – grazie ai 30 micro-impianti idroelettrici già attivi sul territorio ed all’attività svolta dalla controllata Energie Comuni, abbiamo prodotto 29,5GWh di energia elettrica totalmente verde e portando introiti ai Comuni, proprietari degli impianti, pari a 2,7 milioni di euro. A Santo Stefano di Cadore, dove è attiva da oltre 6 anni la rete di teleriscaldamento a biomassa legnosa, sono stati prodotti 3,5 milioni di kWh di energia termica, interamente da rinnovabile». Dai dati tecnici l’esposizione è passata al dettaglio dei dati economico finanziari di bilancio: «L’esercizio 2013 – ha spiegato Zanolla – si è chiuso positivamente per la nostra società, con ricavi per 5,2 milioni di euro, in leggero aumento rispetto al 2012. Sono ricavi derivanti in prevalenza dalle reti gas, di proprietà della società e che annualmente generano introiti in termini di affitto per il vettoriamento del gas. Altra voce di ricavo è data dalla realizzazione congiunta di reti idriche e gas, attività eseguita da Bim Infrastrutture anche per conto di Bim Gsp: l’unitarietà di appalti e l’esecuzione congiunta dei lavori – precisa Zanolla – porta a concreti vantaggi e consente positive economie di scala. Positivo anche il risultato operativo (740mila euro) in crescita rispetto al 2012 (era a 531mila euro). L’utile generato, infine, è di 381mila euro, in netta crescita rispetto al 2012 (+54%). Importante, infine, anche il patrimonio netto della società, passato da 27 milioni di euro a poco meno 32 ad inizio aprile grazie all’ingresso nella compagine sociale del Consorzio Bim. Consistenti anche gli investimenti realizzati sul territorio pari a 1,5 milioni di euro per allacciamenti d’utenza ed estensioni di rete. In calo anche il credito che Bim Infrastrutture ha maturato nel tempo verso la consorella Bim Gsp, che dal 1/01/2014 passa da 6,2 milioni di euro a 2,2 milioni di euro. Ridotti, infine, anche il debito verso banche (dagli 11 milioni del 2012 si arriverà a circa 10 nel 2013) e verso fornitori, debito che al 31/12/2013 si attesta a quota 4,4 milioni di euro ma che scenderà notevolmente nel corso del primo semestre 2014: grazie ad un accordo sottoscritto con le imprese locali, infatti, verranno saldati circa a circa 2,5 milioni di debito pregresso. Per i nuovi lavori 2014 – puntualizza Zanolla – i pagamenti invece saranno eseguiti regolarmente. In calo, infine, anche i debiti verso i comuni legati al settore dell’idroelettrico, che passeranno entro pochi mesi da 4,2 a circa 2 milioni di euro». Terminata la l’esposizione, alcuni soci – Rocca Pietore, Feltre, Cesiomaggiore, Seren del Grappa, Belluno, Lozzo – hanno espresso soddisfazione e plauso verso l’operato del Cda uscente. Sul buon andamento della società si è espresso anche il Presidente del collegio Sindacale, Angelo Pioggia, che, dati alla mano, ha confermato come la società, pur risentendo delle difficoltà finanziarie della consorella Bim gsp, sia complessivamente sana.

L’approvazione sul bilancio è stata con l’unanimità dei presenti. L’assemblea, poi, si è espressa in merito al rinnovo dei vertici societari. Scartata l’opzione di mantenere la formula del Consiglio di Amministrazione, si è votato a favore dell’Amministratore Unico. Dopo ampia trattazione e mediazione delle diverse posizioni esposte, l’assemblea a maggioranza ha nominato Bruno Zanolla Amministratore Unico della società per il prossimo triennio.

 

Share

Comments are closed.