13.9 C
Belluno
martedì, Luglio 7, 2020
Home Prima Pagina Accensione fuochi. Nuove norme emanate dalla Regione del Veneto e disciplina in...

Accensione fuochi. Nuove norme emanate dalla Regione del Veneto e disciplina in Comune di Belluno sulla base dei Regolamenti di Polizia Urbana e Rurale

comune belluno Dopo l’emanazione del decreto nazionale “Terra dei fuochi” che prevede il divieto della combustione di materiale vegetale, la Regione del Veneto è intervenuta con propria normativa, con l’approvazione della legge finanziaria 2014, stabilendo che l’accensione di fuochi per la combustione controllata di residui vegetali, è concessa purché vengano osservate le prescrizioni riportate nel Regolamento di Polizia Rurale dei singoli comuni.

Il regolamento di Polizia rurale del Comune di Belluno prevede:

Art. 8 – Divieti e tutele per l’accensione dei fuochi

In riferimento alla Legge 1.3.1975 n. 47 e alla Legge Regionale 20.3.1975 n. 27 nonché alle prescrizioni di massima e di Polizia Forestale, alla Legge 4.8.1964 n. 424, è vietato a chiunque accendere fuochi all’aperto nei boschi o ad una distanza minore di m. 100 dai medesimi, salvo per coloro che per motivi di lavoro sono costretti a soggiornare nei boschi.

In ogni caso dovranno essere adottate tutte le misure necessarie a prevenire danni da incendi al territorio; il focolare va tenuto costantemente sorvegliato fino al suo completo spegnimento sotto la diretta responsabilità di chi lo ha acceso.

L’abbruciamento delle “ristoppie” e di altri residui vegetali in campagna è consentito soltanto quando la distanza dai boschi è superiore a 100 metri, purché il terreno attorno al focolare, venga accuratamente ripulito per evitare il propagarsi del fuoco; è vietato accendere fuochi quando spira il vento.

E’ comunque assolutamente vietato accendere fuochi in qualsiasi luogo all’aperto nei periodi di prolungata siccità in cui vige l’ordinanza prefettizia di “MASSIMA PERICOLOSITÀ INCENDI”.

E’ vietato bruciare ovunque all’aperto materiale plastico, pneumatici, vernici o altri materiali che possano produrre diossina o altre sostanze tossiche.

E’ altresì vietato bruciare all’aperto materiale riciclabile o altro materiale che è possibile conferire nei cassonetti di raccolta, anche differenziata, di rifiuti solidi urbani.

In caso di incendio, in ambito rurale ed urbano, i proprietari di case adiacenti al luogo dello stesso devono consentire l’uso di quanto occorre e permettere l’accesso in ogni zona agli addetti all’opera di spegnimento e di isolamento del fuoco.

Si ricorda inoltre che in base al Regolamento di Polizia Urbana del Comune di Belluno, articolo Art.34 – Accensione di fuochi e stoppaie, “è vietato, nei centri abitati, accendere fuochi, bruciare sterpi, rifiuti di giardinaggio o qualsiasi altro materiale.”

Entrambi i regolamenti possono essere consultati nel sito internet del Comune www.comune.belluno.it>Servizi OnLine>Regolamenti.

Share
- Advertisment -



Popolari

Ultime dai carabinieri. Furti e un incidente sul lavoro

Belluno, 7 luglio 2020  -  I carabinieri della Stazione di Belluno, a conclusione delle indagini, hanno denunciato in stato di libertà V.A. 47enne residente...

Una Montagna di libri. Torna a Cortina la rassegna culturale fino a settembre. In carne ed ossa

“Nonostante tutto, noi ci siamo. Con incontri di persona”. E nonostante l’estate più difficile da molti anni, una grande stagione di incontri con le...

Lsd e marijuana. Due interventi della Volante della Questura

Con due distinte operazioni, il 24 giugno e il 2 luglio, la Squadra volante della Questura di Belluno diretta dal commissario Federico Farris, ha...

I vigili del fuoco recuperano una pala gommata caduta nel Boite

Lunedì sera, alle 20 circa, i vigili del fuoco sono intervenuti a Borca di Cadore per il recupero di una pala gommata finita nel...
Share