Saturday, 23 November 2019 - 03:52
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Bard: una diffida a Roma per difendere Belluno

Apr 5th, 2014 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore

belluno-provincia-autonomaIl Bard (Belluno Autonoma Regione Dolomitica) anche in queste giornate crede nel metodo democratico e sfida le istituzioni sul loro stesso terreno, con gli strumenti offerti dalla legge.

Giovedì 3 aprile, è stato formalizzato con il patrocinio dell’avvocato Valeria Parolari del Foro di Trento, l’atto di diffida con cui – a due anni e mezzo dal commissariamento dell’Amministrazione provinciale di Belluno – viene richiesto a Roma il ripristino del diritto costituzionale di tutti i bellunesi di scegliere attraverso lo strumento elettorale gli organi dell’Ente provincia, il cui commissariamento, dal 31 ottobre del 2011 ad oggi, è stato ormai prorogato semestre dopo semestre ponendo i cittadini della provincia di Belluno in una situazione di intollerabile disparità rispetto alle confinanti provincie di Treviso, Udine, Pordenone, Trento e Bolzano, tuttora regolarmente guidate da amministrazioni democraticamente elette.

L’atto di diffida, sottoscritto da una serie di cittadini ed elettori bellunesi, è stato formalmente inoltrato alla presidenza del Consiglio e al prefetto di Belluno, Giacomo Barbato.

Share

7 comments
Leave a comment »

  1. Perfetto, meglio del dolce far niente di reolon & c.

  2. mah! ho paura che sia come chiedere all’oste se il vino è buono: Inutile. Con l’Italia è una partita persa. 70 anni di repubblica italiana insegnano. Meglio come primo passo attuare il Veneto indipendente e poi farci la ns regione dolomitica autonoma come dicevano quelli del pab.

  3. Ogni opinione è valida, nella prospettiva della nostra Autonomia.
    Evidenzio il fatto che domani al Convegno sul post riforma Delrio ci sarà la crema della politica e dell’associazionismo bellunese che discuterà sulle magnifiche sorti e progressive dei nostro territorio, dopo non aver fatto nulla per la sua difesa.
    Sarà un’ennesima vetrina di vano esibizionismo, basato sul fatto che i bellunesi dimenticano tutto, anche di essere continuamente becchi e bastonati.

  4. E’ interessante leggere la diffida, è pubblicata on line, per capire quante leggi sono infrante, quante sentenze della Corte Costituzionale sono state ignorate, nel corso di questi tre anni dallo Stato e da quest’ultimo vergognoso governo complici i loro rappresentanti locali a danno dei bellunesi. Invito a cercarla e leggerla. Vergognoso!!!

  5. @Lino, ti ripeto che domani sarò al convegno per parllare con Barattin.
    Vieni anche tu, così ci conosceremo.
    O no?

  6. @chipaga?: non sapendo chi sei non vedo come potrei riconoscerti!

  7. @Lino, “no problem”, prima dell’inizio sarò assieme a Barattin, vieni anche tu.