Thursday, 21 November 2019 - 02:55
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Parole d’amore questa sera a San Vito di Cadore

Apr 4th, 2014 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Prima Pagina

comiotto lorenzetQuesta sera, sabato 5 aprile, a San Vito di Cadore ci saranno “Parole d’amore” presso la Sala Polifunzionale Comunale alle ore 20,30. Sarà un serata ricca di emozioni e di simpatico incontro con i due coautori dell’apprezzato libro d’arte “Parole d’amore di cielo e di terra” Edoardo Comiotto e Beppino Lorenzet.

L’introduzione al corposo volume (230 pagine a colori curato da Kellermann Editore), del prof. Gianmario Dal Molin ci aiuta a capire il contenuto del volume. Infatti, Dal Molin così si è espresso: “ Con questa sua ultima raccolta poetica Edoardo Comiotto ne rende fin da subito chiara la base tematica: l’amore dato e l’amore ricevuto, e dunque gli atti che lo fondano, le intimità che lo contraddistinguono, le complessità del gioco amoroso, al di là della mera voluttà dell’atto “fisico”, che certamente le supporta o le conclude, ma non le esaurisce. Sono oltre centosessanta flash poetici caratterizzati da una struttura semantica uniforme, legata al verso libero, di gradevole lettura, all’interno di una costruzione ritmica equilibrata, dai contorni lessicali armoniosi: sostanzialmente un unico lungo componimento diviso in sette ideali gallerie iconografiche che ne scandiscono ritmo e natura. E poi introducendo il coautore Beppino Lorenzet scrive:

“Nella iconografia di Lorenzet il corpo femminile è maschera, seduzione, complicità. Il feticismo degli oggetti accompagna ed esalta il nudo con un notevole impatto erotico che non scade peraltro a livelli inferiori, anche grazie al sapiente inserimento di immagini di grande effetto tratte dalle sue sculture che molto risentono dello stile di Augusto Murer. I corpi femminili raffigurati sono “corpi veri”, con i loro pregi e difetti, con il loro carico di storie e vissuti segnati dal tempo e dalla vita. Non sono simulazioni da rotocalco, bambole viventi, meri oggetti femmi­nili di consumo voyeuristico: il che conferisce loro non solo umanità e veridicità, ma anche una valenza maggiore di fascino e seduzione.” Indubbiamente gli ingredienti ci sono tutti per stimolare la partecipazione a questo coinvolgente incontro.

La manifestazione gode del Patrocinio del Comune di San Vito di Cadore e della collaborazione della Polisportiva Caprioli.

Al termine ci sarà un brindisi con gli autori. L’entrata è libera.

 

 

Share

Comments are closed.