Tuesday, 12 November 2019 - 13:43
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Obiettivo Africa. Martedì un incontro in Confindustria Belluno Dolomiti con i vertici dell’Ice. Renato Valmassoi, membro della giunta esecutiva con delega all’internazionalizzazione: l’export in quell’area è cresciuto del 17% in un solo anno, passando da 57 a 67 milioni

Apr 3rd, 2014 | By | Category: Lavoro, Economia, Turismo, Prima Pagina
Palazzo Doglioni-Dalmas sede Confindustria Belluno Dolomiti

Palazzo Doglioni-Dalmas sede Confindustria Belluno Dolomiti

Alla conquista dell’Africa, un mercato sempre più interessante anche per le aziende bellunesi. Tanto che Confindustria Belluno Dolomiti dedica a questo tema un incontro, in programma martedì 8 aprile alle 14,30, con il direttore generale dell’Ice (Istituto Commercio Estero) Roberto Luongo e con il direttore dell’ufficio pianificazione strategica, studi e rete estera dello stesso ente, Gianpaolo Bruno. Dopo la presentazione delle attività e degli strumenti che l’Ice mette a disposizione delle aziende che vogliono potenziare la propria presenza sui mercati internazionali, l’attenzione sarà riservata proprio alle opportunità commerciali nell’Africa Sub-Sahariana, in paesi quali l’Angola, il Mozambico, il Ghana, la Nigeria, l’Etiopia.

«In queste aree – spiega Renato Valmassoi, membro della giunta esecutiva di Confindustria Belluno Dolomiti con delega all’internazionalizzazione – c’è bisogno di quasi tutto ed esistono già delle nicchie di mercato in cui si affermano anche le piccole e medie imprese italiane. Per le aziende della nostra provincia il mercato africano si sta assumendo una rilevanza crescente: in un anno, dal 2012 al 2013, le esportazioni sono aumentate di oltre il diciassette per cento, passando da 57 a 67 milioni di euro. Cifre poco significative rispetto al totale dell’export bellunese, ma che indicano comunque una tendenza netta».

«Il Fondo Monetario Internazionale – afferma Roberto Luongo, direttore generale dell’ICE – indica che ben 11 dei primi 20 mercati mondiali di maggiore crescita nei prossimi cinque anni appartengono al continente africano. Basti pensare che il potenziale di investimenti infrastrutturali al 2020 dei primi 10 Paesi africani registrerà un’accelerazione dell’8% all’anno rispetto al 2013. Per questo motivo, con il programma di iniziative promozionali 2014, la nuova articolazione organizzativa in Italia e all’estero, la vasta offerta di servizi di informazione, consulenza e formazione che saranno illustrati a Belluno – intende supportare le imprese del territorio a sfruttare le opportunità di business offerte dai mercati dell’area sub-sahariana soprattutto nei settori della meccanica strumentale, dell’agroindustria, delle infrastrutture e dell’energia».

«La maggiore attenzione della nuova Ice anche a questa area del Mondo – conclude Luongo – è iniziata con la recente apertura del nostro ufficio a Maputo (Mozambico) dove peraltro, dal 19 al 21 maggio, è in programma la prima Missione imprenditoriale promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico, in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e organizzata da Ice insieme ai partner della Cabina di Regia per l’Italia Internazionale». Un’opportunità concreta anche per le aziende bellunesi, sempre alla ricerca di nuovi mercati.

Share

Comments are closed.