Saturday, 24 February 2018 - 10:18

Indipendenza del Veneto: arrestati 24 secessionisti, sequestrato un carrarmato artigianale. Paolo Bampo: “Lo stato ha paura. La magistratura ha paura. Il sistema ha paura”

Apr 2nd, 2014 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore
Paolo Bampo

Paolo

Cinquantuno persone indagate e 24 arrestate. Nel gruppo secessionista ci sarebbero anche i nomi dell’ex deputato Franco Rocchetta già sottosegretario di Stato agli Affari esteri nel 1994-95, l’indipendentista sardo Salvatore Meloni e un leader del Movimento dei Forconi. E’ il bilancio dell’operazione del Ros dei carabinieri dopo un’inchiesta della Procura di Brescia. Si ipotizzano i reati di terrorismo e fabbricazione di armi da guerra. Sarebbe stato sequestrato anche un carrarmato con cannoncino da 12 mm. costruito artigianalmente e che sarebbe servito ad un gesto dimostrativo.

Paolo Bampo, ex parlamentare della Lega e fondatore del Pab Movimento indipendentista bellunese dichiara: “Non si tratta di follia, bensì di paura. Sicuramente di boomerang o di harakiri dei lacchè di Stato. Uno Stato che ha paura. La magistratura ha paura. Il sistema ha paura. Questa sera in piazza San Marco – prosegue Bampo –  insieme a migliaia di altri veneti, capirò se ciò che si dice risponda al vero, oppure se si tratti di un tardivo pesce d’aprile. Conoscendo la stupidità di certi soggetti agenti, non mi stupirebbe, però, che, ancora una volta, con l’ arresto dei patrioti veneti, qualche giudice “d’assalto” avesse firmato il mandato restrittivo degli indipendentisti nostrani. Qualora l’arresto risulti confermato, in questa sede, con le seguenti parole e armato dello spirito adeguato, qui mi autodenuncio apertamente, dichiarando di condividere virtualmente, ma profondamente nell’animo e nella ragione, ogni atto ed ogni parola all’origine dell’arresto. Dichiaro altresì che, se nessun provvedimento sarà posto nei miei confronti da parte della magistratura autrice dell’iniziativa legale, inoltrerò adeguato esposto per denunciarne l’omissione. In ogni caso, entro sera prenderò contatto con un legale per inoltrare e far condividere ai leaders storici dell’indipendentismo veneto, ovvero lasciare alla loro iniziativa, una denuncia per procurato allarme ed ogni altro reato commesso dal magistrato che ha firmato il mandato d’arresto. Sono certo che non mancheranno avvocati che vorranno assumere la tutela gratuita del caso”.

In ambito nazionale, la Lega reagisce con dichiarazioni al vetriolo. : “Follia. Lo Stato libera i delinquenti e arresta gli indipendentisti”.  Marco , capogruppo in Commissione Difesa per la Lega Nord a Montecitorio: “Strano questo Paese: tre milioni di voti ottenuti con primarie di partito hanno fatto un premier, mentre due milioni e mezzo di voti per un legittimo referendum hanno portato i fucili del nemico a casa dei veneti. Ci vogliono trasformare in servi muti. Esprimo tutta la mia solidarietà al popolo veneto e a tutti i popoli che combattono quotidianamente per la loro autodeterminazione. Vogliamo un referendum vero, dove i cittadini si sentano liberi di esprimersi”.

 

Share
Tags: , , , ,

41 comments
Leave a comment »

  1. Al di la delle divergenze che spesso mi dividono da Paolo Bampo, chedo anch’io che questo stato (volutamente con la “s” minuscola) stia decisamente andando verso un despotismo che difficilmente s’era visto in precedenza. Puzza poi il tempismo dimostrato dopo il recente pronunciamento referendario on line, al di la, ancora, di come la si pensi.
    Vedremo quali sono gli addebiti e la loro consistenza, ma fin d’ora deve essere chiaro anche ai Bellunesi recalcitranti che questo governo (con la “g” minuscola come prima) è quanto di più reazionario si potesse temere.

  2. Penso che dalla montagna andiamo a fare una passeggiata a San Marco… magari troviam qualche amico!!!

  3. che italia (anch’io uso la “i” minuscola a proposito) di melma…

  4. Se sono vere le motivazioni degli arresti non vedo perché questi possono rimanere a piede libero, perché sono per l’indipendenza del Veneto?
    In merito invece a famoso referendum vedo che l’affluenza ad ogni uscita aumentano sempre di un pò ,a quanto pare sono sotto il milione compresi i voti pervenuti dall’estero, dato che comunque richiede attenzione da parte elle istituzioni in quanto denota in modo chiaro la voglia di una parte importante dei Veneti di indipendenza o quantomeno di autonomia da Roma.

  5. Operazione Ros,indipendenza con violenza

    http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/cronaca/2014/04/02/Operazione-Ros-indipendenza-violenza_10321001.html

  6. Eroi loro, vigliacchi noi.

  7. Meno male che ci sono i ROS!

  8. @Lino
    La notizia è che hanno arrestato dei poveracci che probabilmente si sono rotti la schiena tutta la vita, non la ridicola operazione delle Gestapo.
    Ma voi del PD non ci arrivate di sicuro visto che l’apice della vostra esistenza sono le primarie.

  9. @cleber: discrediti l’operato dei ROS.

    http://www.carabinieri.it/Internet/Arma/Oggi/Reparti/Organizzazione+Mobile+e+Speciale/ROS/

  10. tu invece discrediti il buon senso.

  11. @cleber: i ROS si occupano di contrasto alla criminalità organizzata, eversione e terrorismo interno ed internazionale”. Tu allora stai dalla parte dell’eversione e del terrorismo!

  12. Non a caso sono stati ipotizzati i reati di eversione e terrorismo!

  13. Voti gonfiati al referendum veneto
    “Un elettore su 10 collegato dal Cile”

    L’analisi degli accessi al sito: solo 100 mila partecipanti

    http://www.lastampa.it/2014/03/28/italia/politica/voti-gonfiati-al-referendum-veneto-un-elettore-su-collegato-dal-cile-cDjSEfUClLfYaXGccql3GN/pagina.html

  14. @Lino
    se devo scegliere scelgo i veneti (con tutti i loro difetti) piuttosto che gli elettori del Pd o gli italiani di Scampia e Corleone.
    Sempre con il tuo permesso, ben inteso.

  15. @cleber: io invece mi schiero contro l’eversione e il terrorismo. P.S. I ROS non sono alle dipendenze del PD.

  16. eppure sono ROSsi!

  17. @cleber: se la tua era una battuta, non fa ridere.

  18. c’è poco da ridere, infatti

  19. “ROBA DA MATTI”

  20. @Lino: ma vai cordialmente a fanculo, va! Vergognati solo a scriverle certe cose. Anzi scusa, vedo che già ti stai vergognando visto che non hai il coraggio nemmeno di firmarti con nome e cognome rintracciabili….

  21. @marco fabrini: devo forse vergognarmi perché le forze dell’ordine combattono l’eversione e il terrorismo? Meno male che ci sono le forze dell’ordine!!

  22. @Lino non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire. Ma chi ha parlato delle forze dell’ordine???? loro sono solo uno strumento. Qui si tratta di esercizio della giustizia che esorbita. e poi non divagare arrampicarti sugli specchi. …ma cosa sto qui a parlare con un fantasma?

  23. @marco fabrini: se sono un fantasma fai a meno di scrivermi!

  24. A prescindere dall’episodio in sè… stupisce l’incapacità del PD (a tutti i livelli) di comprendere e dare una risposta a sacrosante istanze di autonomia e di giustizia sociale che arrivano dal Bellunese e dal Veneto. Non riesco proprio a trovare una giustificazione, per quanto mi sforzi, alla totale sordità (per non dire aperta avversità) di questa parte politica… poi invece prontissima a esentare le Province e Regioni Speciali dalla imminente riforma del Titolo V

  25. @Lukas: come mai l’autonomia non è arrivata quando al governo del Paese c’era la Lega Nord?

  26. @Lino: perchè giri la frittata?
    E chi se frega della Lega e di tutti i partiti?
    Ti nascondi dietro a un dito, come al solito.

  27. @cleber: è inutile che ve la prendiate con chi è venuto dopo! Domandatevi piuttosto perché chi è venuto prima non ha fatto niente!

  28. @cleber: se chi è venuto prima avesse fatto qualcosa magari adesso saremmo autonomi o comunque non saremmo nella situazione in cui siamo…

  29. @Lino: credo si possa affermare che sostanzialmente dell’autonomia non importava un granchè nemmeno a loro… impegnati a farsi le scarpe l’un l’altro ed in altre faccende di cui è più dignitoso tacere, per non parlare dell’occupazione dei luoghi del potere e del generale livello mediocre della classe dirigente. Però credo che ora, più che chiedersi: e gli altri cosa hanno fatto? servirebbe unirsi per portare a casa qualcosina e in questo il PD appare quanto meno ondivago.

  30. @Lukas: “servirebbe unirsi”, ma unirsi a chi? Al Movimento 5 stelle, che vuole abolire tutte le province? Ai partiti che stanno facendo opposizione strumentale?

  31. ho visto con piacere sulla stampa che franco roccon ha preso le distanze dagli inquisiti esprimendo già un giudizio di merito e di colpevolezza. Per fortuna che personaggi del genere tanto “amati” dai bellunesi dichiarano di stare da un’altra parte. Dopo 15 anni di forza italia dove è stato anche dirigente provinciale, perchè non c’è rimasto?…invece di riscoprirsi improvvisamente indipendentista (falso?)

  32. Marco hai ragione. Io lo conosco personalmente e me ne guardo bene di certo non mi aveva mai dato l’idea di essere un autonomista veneto. Ha distrutto tutto ciò che ha toccato e non conosco bene la storia del buco da 80 milioni di GSP ma so che adesso l’acqua mi costa il 30% in più e il presidente è stato lui per anni, so solo questo. Se migliaia di bellunesi lo “amano” come dici tu di sicuro la ragione cè

  33. Paolo. Piu’ che paura a me vien da ridere per non piangere. Enzo Piol V

  34. ha ! dimenticavo di dire che Roccon non ha speso soldi suoi ma quelli di tutti noi bellunesi che adesso dobbiamo pagare i suoi debiti e sapremo ricordarcelo vero?

  35. e dopo quel passagio veloce in forza italia di 15 anni adesso vuol dire forza veneto

  36. @lino: auspico innanzitutto un unione a livello locale (o provinciale se si può ancora usare questa parola) invece che fare ognuno il proprio gioco, rispondendo alla segreteria del propio partito, a Roma o a Venezia poco importa; un amico sudtirolese assiduo lettore di questo sito mi faceva notare il numero di interventi di politici locali (bellunesi) che sparano a zero su altri politici locali (bellunesi) lasciando intendere che se loro riescono a portare a casa risultati straordinari in materia di autonomia è dovuto alla loro capacità di presentarsi uniti, con una voce sola, senza dover difendere posizioni indifendibili assunte nelle Segreterie Nazionali.Riporto di seguito, sperando che non se ne abbia, la sua opinione che è anche la mia: “È da qualche tempo sto seguendo la politica del bellunese e ne ho parlato molto qui su questo sito sin dalla sua nascita un anno fa. Vedo bene come la gente da voi si arrabbia sempre di più mentre le cose non sono state migliorate neanche un po’ e né Delrio, né Lanzetta, né Bressa sentono (o diciamo ascoltano a) i vostri bisogni. L’impressione che mi è però rimasta è che da voi ognuno si arrabbia dell’altro. Bond di De Menech, Realon di Bellot, Piccoli di D’Inca e vice versa e così via…”

  37. @Lukas: piacerebbe anche a me ci fosse un’unione a livello locale, ma dubito ci sarà mai… Ognuno pensa a cosa gli conviene di più fare…

  38. Ragazzi vedo tardivamente solo a sera i vs post a proposito di Franco Roccon.
    Nell’indipendentismo come in ogni pensiero politico possono esistere e convivere diverse vedute di percorso. Io ne interpreto una e Franco un’altra. Nessuna delle due dovrebbe prendere le distanze dall’altra, ma ambedue sono comunque giustificate e complementari. Se Franco è stato lontano per 15 anni ed ora è tornato sulla sponda indipendentista, io credo che sia un bene e non un male. Ricordate la “via smarrita” ? ricordate il “figliol prodigo”?, ricordate la “pecorella che torna all’ovile”? Franco non è un nemico e noi abbiamo bisogno di tutti. Cosa abbia fatto in F.I. a questo punto non mi interessa anche se so che esprimo una posizione personale. Comunque sia, neppure io sono una vergine ed anch’io ho il mio passato politico. Circa il GSP, non ho elementi concreti per poter giudicare l’aspetto amministrativo della presidenza Roccon, ma devo dire per le 3 esperienze che mi sono note che mai il servizio tecnico erogato, invece, sia stato deficitario. Anzi! I riscontri che ho a livello di privati sono molto soddisfacenti. Ci sono stati responsabili di altri organismi che non solo hanno fatto nulla, ma addirittura hanno rubato. A Cesare quel che è di Cesare: non mi sembra proprio il caso di Franco.

  39. Bampo non dire eresie!!!! Non mescolare il vino…anzi l’aceto con l’acqua santa. Il tuo percorso politico è limpido e coerente! Già altre volte in questo blog ti ho espresso la mia stima. Prova invece fare un sondaggio sul consenso che ha Roccon tra i 200.000 bellunesi che oggi grazie a GSP devono pagare il 30 % in più per l’acqua

  40. Marco ti quoto. Mi hai tolto le parole di bocca.

  41. Sono la mogle di Fabio e sono io a fare i conti del mese. Adesso mi quadrano un po’ di meno. Grazie Roccon grazie

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.