13.9 C
Belluno
lunedì, Maggio 25, 2020
Home Cronaca/Politica Indipendenza del Veneto: arrestati 24 secessionisti, sequestrato un carrarmato artigianale. Paolo Bampo:...

Indipendenza del Veneto: arrestati 24 secessionisti, sequestrato un carrarmato artigianale. Paolo Bampo: “Lo stato ha paura. La magistratura ha paura. Il sistema ha paura”

Paolo Bampo
Paolo Bampo

Cinquantuno persone indagate e 24 arrestate. Nel gruppo secessionista ci sarebbero anche i nomi dell’ex deputato Franco Rocchetta già sottosegretario di Stato agli Affari esteri nel 1994-95, l’indipendentista sardo Salvatore Meloni e un leader del Movimento dei Forconi. E’ il bilancio dell’operazione del Ros dei carabinieri dopo un’inchiesta della Procura di Brescia. Si ipotizzano i reati di terrorismo e fabbricazione di armi da guerra. Sarebbe stato sequestrato anche un carrarmato con cannoncino da 12 mm. costruito artigianalmente e che sarebbe servito ad un gesto dimostrativo.

Paolo Bampo, ex parlamentare della Lega e fondatore del Pab Movimento indipendentista bellunese dichiara: “Non si tratta di follia, bensì di paura. Sicuramente di boomerang o di harakiri dei lacchè di Stato. Uno Stato che ha paura. La magistratura ha paura. Il sistema ha paura. Questa sera in piazza San Marco – prosegue Bampo –  insieme a migliaia di altri veneti, capirò se ciò che si dice risponda al vero, oppure se si tratti di un tardivo pesce d’aprile. Conoscendo la stupidità di certi soggetti agenti, non mi stupirebbe, però, che, ancora una volta, con l’ arresto dei patrioti veneti, qualche giudice “d’assalto” avesse firmato il mandato restrittivo degli indipendentisti nostrani. Qualora l’arresto risulti confermato, in questa sede, con le seguenti parole e armato dello spirito adeguato, qui mi autodenuncio apertamente, dichiarando di condividere virtualmente, ma profondamente nell’animo e nella ragione, ogni atto ed ogni parola all’origine dell’arresto. Dichiaro altresì che, se nessun provvedimento sarà posto nei miei confronti da parte della magistratura autrice dell’iniziativa legale, inoltrerò adeguato esposto per denunciarne l’omissione. In ogni caso, entro sera prenderò contatto con un legale per inoltrare e far condividere ai leaders storici dell’indipendentismo veneto, ovvero lasciare alla loro iniziativa, una denuncia per procurato allarme ed ogni altro reato commesso dal magistrato che ha firmato il mandato d’arresto. Sono certo che non mancheranno avvocati che vorranno assumere la tutela gratuita del caso”.

In ambito nazionale, la Lega reagisce con dichiarazioni al vetriolo. Salvini: “Follia. Lo Stato libera i delinquenti e arresta gli indipendentisti”.  Marco Marcolin, capogruppo in Commissione Difesa per la Lega Nord a Montecitorio: “Strano questo Paese: tre milioni di voti ottenuti con primarie di partito hanno fatto un premier, mentre due milioni e mezzo di voti per un legittimo referendum hanno portato i fucili del nemico a casa dei veneti. Ci vogliono trasformare in servi muti. Esprimo tutta la mia solidarietà al popolo veneto e a tutti i popoli che combattono quotidianamente per la loro autodeterminazione. Vogliamo un referendum vero, dove i cittadini si sentano liberi di esprimersi”.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Mondiali sci Cortina. De Menech: “Comprensibile il rinvio al 2022”

Belluno, 25 maggio 2020  «Era tutto pronto, dal punto di vista organizzativo e sportivo, ma la decisione del Coni e della Fisi di spostare di...

Appena uscito dal carcere ruba un’auto e due bici. Arrestato dalla Volante e incarcerato in un’ora

E' durata poco la libertà a B.A.S. tunisino 50enne con precedenti penali, che appena scarcerato dalla Casa circondariale di Baldenich ha ripreso immediatamente il...

Perarolo di Cadore. Conclusa l’istruttoria del Pat, domani l’approvazione in Provincia

Sarà portato in consiglio provinciale domani (martedì 26 maggio) il Pat del Comune di Perarolo. Un Piano di Assetto del Territorio che punta soprattutto...

Assistenti civici. De Carlo: “Ai comuni serve gente che lavori. Perché non obbligare i percettori del reddito di cittadinanza?”

"Ai comuni serve gente che prenda una scopa per pulire le strade, o accenda un decespugliatore per sfalciare i prati, non che stia in...
Share