Wednesday, 24 July 2019 - 00:09

Sanzionato lo snowboarder bloccato su una parete rocciosa

Mar 31st, 2014 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

polizia 150x113Sanzionato per inosservanza all’Ordinanza del sindaco di Falcade (divieto dello sci fuori pista). Si è conclusa così l’avventura di Z.A. 21 anni di Padova, lo snowborder bloccato sul ciglio della parete rocciosa, sita sul lato destro orografico della seggiovia denominata “Le Buse Laresei” sulle pendici sovrastanti la malga “Le Buse” del Comune di Falcade (BL).

Allertati del pericolo, gli agenti della Polizia di Stato in servizio sulle piste, hanno raggiunto il tratto fuoripista sottostante la parete rocciosa ove si individuava la persona in difficoltà. Il giovane, dopo essere scivolato per 20 metri su un pendio fortemente inclinato, ricoperto di neve e circondato da rocce si è fermato fortunatamente su una sporgenza delimitata da vegetazione dinanzi ad un salto di circa 70 metri dal suolo.

Il malcapitato a voce alta riferiva di non aver subito lesioni e di trovarsi in una posizione di sicurezza, ma di non essere in grado né di scendere, né di risalire.

Tempestivamente il personale si recava a mezzo di motoslitte sulla parte superiore della parete rocciosa, muniti di attrezzatura alpinistica atta al soccorso e recupero dello snowboarder.

Una squadra del soccorso alpino della Val Biois e della Polizia di Stato iniziava il recupero del ragazzo calandosi nel dirupo per circa 70 metri.

Z.A. non lamentava nessun danno fisico, ma visibilmente agitato, impaurito e scosso per l’accaduto veniva accompagnato con la motoslitta fino al Rifugio Alpino “Le Buse”, dove a fatica si riprendeva dallo spavento, ringraziando per il soccorso ricevuto, rifiutando comunque ogni tipo di assistenza medica o altro.

In ordine a quanto accaduto, Z. A. riferiva che dopo aver percorso con lo snowboard la parte iniziale della pista “Plateau”, ad un certo punto decideva autonomamente di uscire dalla stessa, sul lato sinistro orografico, scendendo in fuori pista e dopo aver percorso circa 200 metri, non conoscendo la zona, si arrestava in prossimità della parete rocciosa che sovrasta la seggiovia “Le Buse – Laresei”, si toglieva la tavola ed immediatamente scivolava lungo il pendio innevato rimanendo impossibilitato sia a scendere che a risalire la parete.

Si sottolinea che la suddetta pista di sci, lungo entrambi i lati ben visibili e distanti tra loro circa 15 metri, sono presenti idonei e conformi paletti segnaletici che ne delimitano i margini. Inoltre è ben visibile segnaletica di divieto di fuori pista .

 

Share

Comments are closed.