Friday, 19 July 2019 - 21:25

Province montane, risultato storico. Roger De Menech: “Questa riforma riconosce e tutela le specifiche esigenze dei territori montani di Sondrio, Belluno e Verbano-Cusio-Ossola e assegna ai loro organi di coordinamento maggiori competenze e funzioni”

Mar 28th, 2014 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore
Roger De Menech, deputato Pd

Roger De Menech, deputato Pd

“Il riconoscimento della specificità montana è un risultato storico per i nostri territori” affermano congiuntamente il senatore Mauro Del Barba e i deputati Roger De Menech e Enrico Borghi, a seguito dell’approvazione in Senato del disegno di legge Del Rio sull’abolizione delle Province. “Questa riforma riconosce e tutela le specifiche esigenze dei territori montani di Sondrio, Belluno e Verbano-Cusio-Ossola e assegna ai loro organi di coordinamento maggiori competenze e funzioni. Fin dai primi giorni di questa legislatura ci siamo battuti perché le nostre province non seguissero il destino di tutte le altre: questo non per questioni campanilistiche o di bandiera, ma perché siamo convinti che i territori interamente montani abbiano necessità di una governance differente, capace di tenere conto delle specifiche particolarità di queste zone”, hanno dichiarato i tre parlamentari del Partito Democratico.

“In tanti, in questi mesi, hanno remato contro questo importante progetto di riforma” ha spiegato il senatore morbegnese Mauro Del Barba. “La nostra posizione, invece, è sempre rimasta coerente con quanto ci siamo prefissati: ritagliare, all’interno di una normativa-ponte che condurrà a una riforma costituzionale (che abolirà in modo definitivo le province), una disciplina speciale che riconosca e tuteli i territori di confine interamente montani, troppo spesso “dimenticati” all’interno dei grandi processi nazionali”.

“Ora è arrivato il momento di cogliere quanto il disegno di legge ci ha riconosciuto: se le cose restano soltanto sulla carta, sarà tutto lavoro inutile. Io credo, invece, che come territorio e come cittadini, dobbiamo dare un segnale forte. Non vogliamo solo più autonomia, ma siamo anche in grado di gestirla al meglio, maturi abbastanza per avviare un processo autonomo di riordino amministrativo. Come dire – ha concluso Del Barba – la cornice ora c’è, non abbiamo scuse: ora tocca a noi disegnare il nostro territorio come merita”.

“Si tratta di un risultato storico” ha aggiunto il deputato ossolano – presidente dell’UNCEM – Enrico Borghi “che consente alle realtà montane e alpine di potersi costruire un’autonomia amministrativa per cooperare e competere con le aree confinanti. Fin qui eravamo costretti a rincorrere Stato e Regioni: oggi invece viene assicurata ai nostri territori una specifica autonomia amministrativa. Dopo 20 anni di chiacchiere federaliste, un solo anno di governo a guida PD ha saputo dare risposte concrete alle terre alte alpine. Ora si apre la strada dell’attuazione, ma intanto è stata davvero scalata una montagna”.

“È la prima volta che una legge di questa portata, che va a riformare l’ordinamento amministrativo impattando sull’intero territorio nazionale, riconosce il diritto delle aree interamente montane a forme specifiche di autonomia e trattamento” ha concluso il deputato bellunese Roger De Menech. “Come deputati e senatori delle aree montane ora continueremo nella rivendicazione di una maggiore considerazione da parte dello Stato delle nostre specificità, perché ci vengano riconosciuti gli strumenti e le risorse indispensabili per sopperire ai vari gap di competitività dei nostri stupendi e “difficili” territori. Credo dunque che questo sia solo il primo passaggio di una lunga serie, un punto di partenza e non di arrivo”.

Share

31 comments
Leave a comment »

  1. Come far passare per un successo un FALLIMENTO TOTALE.
    di R.De Menech
    (prossimamente nelle migliori librerie)

  2. Il sig. De Menech si deve solo vergognare. Questo è il grazie ai suoi elettori. Vergogna !!!

  3. Ricordo a De Menech che solo pochi mesi fa, in previsione della visità a Belluno di Delrio e del figlio degenere di terra bellunese Bressa, dichiarò che si sarebbe battuto fino al punto di dimettersi dal partito democratico se non fosse stato mantenuto l’ente provincia di primo grado con l’elezione diretta di Presidente e Consiglio.
    Una coerenza tutta d’un pezzo, la sua.
    Gli ricordo ancora il mio invito ad un confronto a due per discutere sulle potenzialità del nostro territorio che potranno essere tradotte in realtà solo con una vera Provincia autonoma, non con questo simulacro di ente senza scheletro e finanze.

  4. Siamo sempre qui a piangerci addosso. Ma non vedete la nostra fortuna? Invece di perdere tempo e denaro per votare tante volte, basta farlo alle elezioni comunali tanto sarà il sindaco di Belluno e pochi altri che a tempo perso gestiranno le competenze della provincia. Ma questa volta, per la prima volta nella storia repubblicana, abbiamo la conferma ufficiale che LA PROVINCIA DI BELLUNO è INTERAMENTE MONTANA ! Ma va, non l’avevo mai sospettato!

  5. GRANDE MARISA! 🙂

  6. la provincia di Belluno come le altre del resto, non passata le forche caudine del DDL costituzionale che abolisce definitivamente e del tutto le province . I proclami di De Menech non valgono la carta o i pixel sui quali sono scritti e sono bugie nemmeno pietose, casomai pelose e interessate.
    Alle Europee cominceremo a far pagare il conto …

  7. I danni che il Partito Democratico sta facendo a italiani e bellunesi da tre anni a questa parte…oscurano di gran lunga i vari errori commessi dai governi di centro-destra negli anni di amministrazione a Roma.
    Credo…che tra flotte continue di clandestini,moschee ovunque,scarcerazioni facili,no ai tagli dei privilegi,tasse,tagli a pensioni,degrado ovunque vi sia e amministri un sindaco PD es:Milano,Bologna,Imola,Padova,Venezia.
    Per poi passare col salvataggio di Roma..e giu’ soldi pubblici a quel sindaco romano delPD che da indiscrezioni si impegna molto di piu per i ROM che per i romani.
    Per poi finire con la nostra provincia..che perderemo come ente grazie al voto del Partito Democratico.
    Che dire… andate ancora a dare 2 euro da chi ne ha gia’ a biseffe????

  8. Da oggi c’e’ pure divieto delle regioni di chiedere ulteriore autonomia. Finito devolution, federalismo, autonomia e statuti speciali
    Se questa non e’ dittatura comunque le somiglia parecchio ;( grazie De Menech

  9. Ristabiliamo un po’ di verità. La provincia di Belluno l’abbiamo persa più di tre anni fa. E i rappresentanti dei territori hanno dimostrato tutti un pensiero mooolto corto. Dalla pancia alla bocca senza passare per la testa ! E i (non) risultati si vedono tutti.

  10. Perché vent’anni di governo di Forza Italia e Lega Nord a Roma come a Venezia hanno riconosciuto qualcosa questa terra e non hanno fatto danni al paese?
    Per piacere un poco di serietà e di auto critica da parte di tutti ,compreso chi aveva la possibilità di essere protagonista nel cambiare il Paese e non ha voluto sporcarsi le mani.

  11. Silvano, goditi il tuo piccolo Hitler toscano, per quello che mi riguarda sarà guerra totale contro il pd, tanto il pdl non c’è più.

  12. esatto Andrea.. il centro-destra non esiste piu’e i partiti che lo dovevano rappresentare vanno a braccetto con la sinistra italiana.
    C’e’ poca voglia di aiutare la gente ..l’ unica cosa a cui ambiscono e’ la loro poltrona e i loro privilegi.

  13. @Andrea: non c’è più il PDL ma c’è FORZA ITALIA…

  14. @Silvano: hai perfettamente ragione. Quando al governo c’erano FORZA ITALIA e LEGA NORD il bellunese ha forse ottenuto l’autonomia?

  15. Signore e signori, lo state esprimendo in molti modi. Manca solo un piccolo salto di consapevolezza: l’auto-determinazione è un diritto fondamentale dei popoli.
    Non dobbiamo continuare a subire le angherie di Roma o di una Venezia denaturata dall’organizzazione partitica attuale!
    Si possono superare interessi personali ed ideologici. La situazione è talmente drammatica che lo strumento emerge da solo: è il coraggio!
    Via dall’Italia in un nuovo Veneto indipendente e sovrano.
    L’autonomia sarà immediata ed efficace.

    Massimo Vidori
    Coordinatore Indipendenza Veneta Dolomiti

  16. Forza itaglia? Ma fammi ridere Lino! Il berlusca per fortuna è finito. Ora il pd non ha più giustificazioni, fa schifo e basta!

  17. @Andrea: i sondaggi non lo danno per finito…

  18. Ti piacerebbe è Lino? Ma il programma della p2 lo state approvando voi, non berlusconi. Ma renzusconi! Ed i sondaggi non servono a niente, perchè fino al giorno prima la maggior parte della gente non sa cosa votare.

  19. @Andrea: sì, come no!

  20. @Andrea: FORZA ITALIA alle Europee è data al 22-23%! Chissà tu cosa voterai!!

  21. @Lino, non menare il can per l’aia. Stiamo parlando di De Menech & Company, e della loro figuraccia con il problema della cancellazione dell’ente provincia bellunese.

  22. @chipaga?: quando al governo c’erano FORZA ITALIA e LEGA NORD il bellunese ha forse ottenuto l’autonomia? Rispondi!

  23. @Lino. No certamente! Mai detto questo.Ma ora guardiamo a cosa stanno facendo i tuoi compagni.
    Rispondi anche tu.

  24. @chipaga?: hanno fatto quello che in questo particolare momento storico potevano fare, senza dimenticare che in Parlamento i parlamentari bellunesi non solo non contano nulla ma non sono nemmeno tutti contrari all’abolizione delle province.

  25. @Lino. Dimentichi una cosa. Pd e SVP hanno fatto un accordo per il Senato ed hanno votato compatti contro l’elezione diretta delle giunte provinciali, oltre alla riforma Delrio, decretando di fatto la sparizione della nostra provincia e lò’impossibilità non siolo di avere una nostra Autonomia, ma pure della specificità dell’art. 15 dello Statuto veneto.

  26. @chipaga?: a me non risulta.

  27. @Lino, non giochiamo a rimpiattino. L’accordo è blindato. Accordo che, a onor del vero, SVp ha sempre fatto con chiunque fosse al Governo, fosse esso pure Berlusconi.
    Ma toglimi una curiosità: hai problemi di sonno?

  28. Te credo che non ti risulta Lino, tu sei un disinformatore del pd, stipendiato e mantenuto. Cosa voterò io alle europee? M5S è ovvio! Ribadisco, goditi il tuo piccolo Hitler toscano, e buona fortuna.

  29. @Andrea: smettila con gli insulti. Non sono né stipendiato né mantenuto.

  30. @chipaga?: ti sei mai alzato presto per andare a lavorare?

  31. @Andrea: ecco cos’ha detto Beppe Grillo, il tuo leader, quand’è venuto a Belluno: “so che qui c’è una situazione particolare ma anche le Province devono sparire”. Per l’M5S tutte le province “devono sparire”, provincia di Belluno compresa.

    http://ricerca.gelocal.it/corrierealpi/archivio/corrierealpi/2013/02/09/NZ_02_01.html