Wednesday, 16 October 2019 - 02:32
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Prelievo indolore del sangue ai neonati grazie a una donazione dei dipendenti dell’Ospedale “San Martino”. Zaia: “Generosità e umanità, un mix straordinario. Diffondere la nuova macchina in tutte le pediatrie venete”

Mar 26th, 2014 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina, Sanità

 

Luca Zaia

Luca Zaia

“Il dolore fisico di un bambino è una delle situazioni più strazianti in assoluto. E’ per questo che accolgo con gioia la notizia che la straordinaria generosità dei dipendenti dell’Ulss 1 di Belluno ha consentito di acquistare un macchinario per fare il prelievo di sangue senza dolore ai neonati e constato con altrettanta soddisfazione che all’Ospedale San Martino il dolore dei più piccoli viene combattuto con ogni mezzo”.

Con queste parole il Presidente della Regione Veneto si congratula con i dipendenti dell’Ulss di Belluno e i sanitari della pediatria dell’Ospedale San Martino per il dono e l’utilizzo di un moderno strumento (Microcli 17) grazie al quale gli esami del sangue ai neonati può essere fatto senza il doloroso prelievo di sangue tradizionale, ma con una piccola e indolore “pungitura” del tallone.

“I lavoratori che hanno raccolto la somma necessaria – aggiunge il Governatore – hanno dato una significativa dimostrazione di quanto chi opera nella sanità veneta non ci metta solo la professionalità, ma anche il cuore. Per contro, l’attenzione al dolore che si pone nel reparto di pediatria del nosocomio è un vero e proprio simbolo di eccellenza, che si esplica non solo nelle elevate capacità cliniche, ma anche nell’umanizzazione delle cure, uno dei cui cardini è proprio evitare in ogni modo possibile il dolore”.

“A Belluno – conclude il Presidente della Regione – questo macchinario è arrivato grazie a un dono, ma, visti anche i costi contenuti, credo sia necessario che se ne dotino tutte le pediatrie del sistema sanitario veneto. Sarebbe un bel regalo a tutti i nostri bambini che soffrono il dolore come e più degli adulti”.

 

Share

Comments are closed.