13.9 C
Belluno
venerdì, Agosto 7, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Venerdì a Mel, la "Giornata Mondiale della Poesia"

Venerdì a Mel, la “Giornata Mondiale della Poesia”

Il primo giorno di primavera, il 21 marzo, giorno di rinascita, di un nuovo inizio, di ispirazione, si festeggia la Giornata Mondiale della Poesia, istituita dall’UNESCO nel 1999 al fine di riconoscere all’espressione poetica un ruolo privilegiato nella promozione del dialogo interculturale, della comunicazione e della pace.

In ogni civiltà, la Poesia è la custode privilegiata della memoria in cui affondano le loro radici tutte le altre attività creative.

Anche l’Amministrazione Comunale di Mel, Assessorato alla Cultura, aderisce a questa iniziativa con una serata di Poesia e Musica per condividere con semplicità tutta la magia delle parole e per qualche istante l’eternità dell’attimo.

VENERDI 21 marzo 2014 alle ore 20.30 presso la Sala Affreschi del Palazzo Municipale di Mel le poesie di Teresa D’Incà e Silvio Tommasini regaleranno intense emozioni ripercorrendo luoghi, personaggi , scene di vita di paese, di lavoro.

Introdurrà Emanuela Zuccolotto con la partecipazione di Lavinia Lasen che, con il suo violino accompagnerà le letture.

Un’occasione per far uscire la poesia dagli scaffali, per farla brillare al centro di tutte le altre arti, per farla circolare tra la gente, farla amare e riservarle l’attenzione che merita e lasciarsi accarezzare il cuore.

Teresa D’Incà, nata a Belluno, risiede a Trichiana dove ha insegnato alla scuola elementare.

Attenta e sensibile raccoglitrice e depositaria di memorie di un tempo passato ha pubblicato tre libri. Il primo, “Din dòn le canpane de Longaron…” uscito nel 2003, è la memoria di una maestra che rende omaggio ai bambini di Longarone, scomparsi e sopravvissuti .

Le successive raccolte, “N’an, na vita” del 2008 e “Se era cussì”, uscita a novembre del 2013,entrambe scritte in dialetto bellunese, sono un viaggio nelle tradizioni del mondo rurale bellunese a partire dalla fine del 1800.

Silvio Tommasini, nato ai Chioè di Lamon, risiede a Santa Giustina Bellunese.

Ha pubblicato quattro libri che contengono versi in italiano e in dialetto: “Na olta e dess” nel 1997, “Long la via” nel 2001,”I colori dell’alba” nel 2005 e “Oltre quel cielo” nel 2009. Appassionato, oltre che di metrica, di fotografia, ha corredato tutti i suoi testi con immagini fotografiche di indubbio valore.

INGRESSO LIBERO

 

Share
- Advertisment -



Popolari

Sono 197 i verificati alla 46ma Alpe del Nevegal 2020

La 46ma Alpe del Nevegal è entrata nel vivo con il completamento, “sul campo”, delle verifiche dei 203 piloti iscritti alla gara inaugurale della...

Nevegal, ecco cosa dice amministrazione e maggioranza

L'amministrazione comunale e la maggioranza consiliare di Palazzo Rosso non ci stanno e rigettano le accuse sulla questione Nevegal, mancata apertura della seggiovia e...

Progettazione di edifici pubblici. L’Agenzia del demanio cerca 50 professionisti. Domande entro il 30 settembre

Roma, 7 agosto 2020 – Sono 50 i profili professionali tecnici e amministrativi di grande esperienza che l'Agenzia del Demanio intende reclutare dal mondo della...

Pandemia. Incontro con Andrea Crisanti, sabato alle 18 a Una montagna di libri a Cortina

Da febbraio ad agosto del 2020 è cambiato tutto. A rivederlo a distanza, il percorso drammatico che ha portato alla nostra condizione attuale, si...
Share