Sunday, 21 July 2019 - 19:00

Io vivo qui 2014: presentati al Centro Rossi i progetti per le scuole medie della provincia

Mar 16th, 2014 | By | Category: Prima Pagina, Scuola

Io vivo qui“Io vivo qui 2014”: il progetto che ha come finalità l’educazione alla cittadinanza attiva e responsabile a partire dalla conoscenza e dalla riflessione sul territorio e sul paesaggio nel quale vivono degli alunni è approdato con successo alla II edizione.

Il Centro Culturale Piero Rossi in Piazza Piloni a Belluno ha ospitato la presentazione dei nuovi progetti delle 7 Scuole Secondarie di I grado della Provincia di Belluno che si aggiungeranno agli 8 della I edizione ed a quelli dei prossimi anni in una rassegna completa: accuratamente selezionati grazie alla efficace collaborazione tra gli esperti della Fondazione Dolomiti UNESCO e gli insegnanti, questi progetti dovranno essere ultimati entro i primi giorni di giugno e verranno presentati al pubblico a Longarone Fiere dal 26 al 28 settembre 2014, a Expo delle Dolomiti, la manifestazione nata da un progetto di promozione turistica, economica e sociale dell’area delle Dolomiti, riconosciuta come patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 2009.

«Grazie al contributo dei partner di progetto Consorzio Bim Piave Belluno – afferma Giuliano Vantaggi, consulente marketing della Fondazione Dolomiti Dolomiten Dolomites Dolomitis UNESCO, Rete della Formazione e della Ricerca – Unioncamere Veneto e Associazione Casa d’Europa Dolomiti, all’ospitalità del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi ed alla collaborazione con l’Ufficio Scolastico Territoriale di Belluno, possiamo dare il via ufficiale a questo interessante progetto che vede coinvolte le scuole secondarie di I grado di Lentiai, Auronzo di Cadore, Lozzo di Cadore, Sospirolo, Sebastiano Ricci di Belluno, San Vito di Cadore e Limana

«Le tematiche variano dalla storia all’antica foresta di Somadida – dichiara Mara De Monte, insegnante ed esperta di orientamento presso l’Ufficio Scolastico Territoriale di Belluno – da un progetto futuristico sulla località di Pian dei Buoi all’artigianato di montagna con i seggiolai (“caregheta”), dai roccoli del Bellunese al culto dei morti con uno studio sul cimitero vecchio di San Vito di Cadore fino alla tradizione ed innovazione nella cultura contadina con un progetto su latte e formaggi».

«Impegnare ed educare con la montagna – afferma con entusiasmo Benedetta Salerno, tutor del progetto 2013 della Scuola Media S. Ricci di Belluno – è un lusso che noi in provincia di Belluno possiamo concederci e dobbiamo renderci conto del patrimonio che abbiamo a disposizione. Insieme ai miei studenti siamo riusciti a concretizzare questo tesoro utilizzando la scrittura, la pittura e la musica per realizzare un libro ed uno spettacolo teatrale: “Giovani leggende delle Dolomiti” è il frutto della fantasia dei giovani di montagna tradotto in fiabe e disegni uniti a degli spartiti musicali ispirati dagli stessi».

Nella foto: Un momento della presentazione: Mara De Monte,Giuliano Vantaggi, Benedetta Salerno e alcuni studenti della Scuola Secondaria di I grado S. Ricci.

Share

Comments are closed.