Monday, 21 October 2019 - 04:19
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Sanità: Bellot declina l’invito alla conferenza dei sindaci “Richiesta arrogante, tesa ad escludere il diretto interessato, ossia la Regione”

Mar 14th, 2014 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore, Sanità

raffaela bellot“Arrogante e centralista. Alla richiesta, spedita con breve preavviso, di promuovere un incontro fra parlamentari, conferenza dei sindaci dell’ULSS 1 e il sottosegretario di Stato per gli Affari Regionali Bressa per parlare di Sanità, invitando tutti tranne il diretto interessato, cioè la Regione, la risposta della Lega Nord è “No, grazie”. Come senatore del Carroccio non parteciperò all’incontro e mi scuso con gli altri convocati, ma non posso avallare il tentativo di escludere dal tavolo l’unico ente che ha le deleghe quanto alla materia in oggetto. Capisco la strategia del Pd, sottesa a questa iniziativa: la direzione è sempre quella di accentrare il potere e impedire che i processi decisionali vengano presi nei territori. Finché ci sarà la Lega, questo in Veneto non avverrà mai.”

Lo dichiara la senatrice bellunese , in merito all’incontro promosso dalla conferenza dei sindaci dell’ULSS 1 di oggi pomeriggio su tema “Proposta di revisione delle norme sulla governance pubblica dei servizi sociosanitari a seguito emanazione Legge di Stabilità anno 2014 – il caso delle Aziende Speciali con gestione esclusiva di servizi sociosanitari, sociali e culturali”.

“La Lega non condivide il metodo Delrio di smantellare le autonomie locali: prima la provincia di Belluno e ora la Regione Veneto, per tornare al centralismo e allo sfascio romano. Non accettiamo lezioni dal parlamentare Bressa, ormai bellunese solo di nascita ma da anni organico ai privilegi ed allo strapotere del Trentino e del Tirolo” conclude Bellot.

Share
Tags:

One comment
Leave a comment »

  1. Ah, non sapevo che il Trentino fosse escluso dalla Padania.
    Se ne impara sempre una nuova… 🙂