Saturday, 20 July 2019 - 02:53

Emergenza neve. Le richieste del Direttivo provinciale della Lega Nord alla Regione

Mar 10th, 2014 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Nei giorni scorsi la provincia di Belluno è stata investita da copiose e ripetute nevicate. Interi paesi sono rimasti isolati per la difficoltà di apertura di alcune strade e per la caduta continua di slavine causate, in parte, dalla mancata esecuzione per carenza di fondi di interventi strutturali programmati da anni con la realizzazione di reti para valanghe. I Comuni sono intervenuti con l’ausilio della Protezione Civile, dei Vigili del Fuoco e dell’Esercito, ma soprattutto con ditte esterne incaricate dello sgombero neve da strade e piazzali resi impraticabili, con spese ingenti oltre che non formalmente impegnate per l’assenza dei relativi bilanci di previsione del corrente anno. L’emergenza ha reso evidente, in quasi tutti gli Enti interessati dalle precipitazioni nevose, la carenza ed inadeguatezza dei mezzi adibiti allo sgombero ed al trasporto della neve e che quindi si rende indispensabile un rinnovo del parco macchine dei Comuni.

Suddetta grave emergenza si è aggiunta la mancata fornitura di energia elettrica per alcuni giorni, in due distinti eventi,evidenziando criticità importanti per il completo isolamento, anche telefonico, delle sede municipali.

Per questi motivi, ad unanimità di voti, il Consiglio direttivo provinciale della Lega Nord, a firma del segretario provinciale Leonardo Colle, ha trasmesso al residente della Regione Veneto Luca Zaia, al vice presidente Consiglio Matteo Toscani, agli assessori regionali Ciambetti, Finozzi e Stival, e al segretario nazionale Liga Veneta Flavio Tosi le seguenti richieste:

– individuare nel redigendo bilancio regionale di previsione dell’anno 2014 adeguate risorse per coprire le seguenti spese ed eventuali investimenti:

– per le spese correnti straordinarie dei Comuni per l’emergenza neve;

– per le spese in conto capitale occorrenti per il rinnovo del parco mezzi con il rifinanziamento della legge regionale all’uopo dedicata;

– per la dotazione degli edifici municipali e di interesse strategico di gruppi elettronici e moduli di continuità oltre a linee telefoniche di emergenza non interessanti i centralini;

– per la realizzazione delle reti para valanghe già programmate.

 

 

 

 

 

 

 

Share
Tags:

2 comments
Leave a comment »

  1. Bravi un po’ in ritardo, ora vediamo se il” residente veneziano” ascolterà i propri inquilini di pianerottolo. Mal che vada citofonate se lo trovate in casa visto che è spesso assente. Se poi era presidente be rimane sempre il megafono visto che le urla di belluno non le sente

  2. Se le richieste dovessero rimanere inevase i leghisti non potranno che prendersela con loro stessi!