Sunday, 21 July 2019 - 19:19

Invito per un confronto sul futuro della Provincia al sottosegretario Bressa. Gian Domenico Cappellaro: “Chiediamo un impegno concreto a favore del nostro territorio”

Mar 4th, 2014 | By | Category: Cronaca/Politica, Lavoro, Economia, Turismo, Riflettore
Gian Domenico Cappellaro presidente Confindustria Belluno Dolomiti

Gian Domenico presidente Confindustria Belluno Dolomiti

Belluno, 4 marzo 2014 – «Auspico che il nuovo sottosegretario agli Affari Regionali, Gianclaudio , incontri presto le categorie economiche, le organizzazioni sindacali e i rappresentanti istituzionali bellunesi che già si sono riuniti, su iniziativa dei sindaci e del Consorzio dei Comuni, per affrontare il problema del futuro della Provincia». Lo afferma il presidente di Confindustria Belluno Dolomiti, Gian Domenico Cappellaro, a seguito della nomina dell’ex sindaco di Belluno nella squadra di governo del premier Matteo Renzi.

«Il suo – afferma Cappellaro – non sarà un compito facile, perché dovrà mediare tra l’impulso innovatore del nuovo esecutivo, che mira a cancellare le Province, e le istanze dei territori come Belluno, che invece chiedono un ente di area vasta che possa gestire con efficacia ed efficienza le competenze che la Regione Veneto è pronta a trasferire in base all’articolo 15 dello Statuto regionale».

«Di positivo – aggiunge il presidente degli industriali bellunesi – c’è che Bressa, eletto a Bolzano, conosce bene sia le potenzialità dell’autonomia, sia il divario ingiustificato e non più tollerabile tra territori limitrofi e omogenei, divario che purtroppo rischia di accentuarsi con le ulteriori concessioni fatte alle Province Autonome e il contestuale svuotamento della Provincia di Belluno previsto dal disegno di legge Delrio. Da questo punto di vista, lo abbiamo già sottolineato, il generico riconoscimento della specificità delle aree montane è assolutamente insufficiente».

«All’ex sindaco di Belluno – prosegue Gian Domanico Cappellaro – chiediamo quindi un impegno concreto a favore del nostro territorio, la cui competitività economica dipende anche dal sistema di governance che sarà deciso da questo governo. La nostra posizione è nota. Auspichiamo una Provincia con una rappresentanza politica eletta direttamente dai cittadini, sulla base di un programma del quale sarà poi responsabile. Solo così sarà possibile gestire bene risorse e competenze, unico modo per ridurre il gap con le vicine realtà a statuto speciale. Di questo Bressa è consapevole e quindi siamo certi che con lui costruiremo un dialogo aperto e positivo nell’interesse dei bellunesi».

Share
Tags: , ,

7 comments
Leave a comment »

  1. avete sentito ieri Ballarò mentre Salvini cercava di parlare di Rocca Pietore e Belluno riguardo il buco miliardario di Roma? E’ stato subito messo a tacere dalla maestrina del PD: “non vorrà mica paragonare ROMA a BELLUNO?!”

    Questo è il PD, lo schifo totale!

  2. In compenso hanno fatto un bellissimo spot su quei privilegiati (senza dirlo) di Trento…

  3. Il Partito Democratico guarda piu alla segreteria di partito che agli interessi del territorio.
    Questo si sapeva ma… addirittura schifare Belluno in diretta RAI questa ci mancava davvero! 🙁
    Direi di vergognarsi che ne dite?

  4. Il presidente di Confindustria locale è diventato un poco più ciarliero – attivo ancora no, ancora non ci risulta – perché ha cambiato addetto stampa. Qualche ukaze settimanale, un poca di minestra riscaldata, i soliti argomenti che si sentono da vent’anni, comunicati stampa… Il presidente di una associazione di categoria dovrebbe curare gli interessarsi degli associati, non argomentare di politica per interposta persona!

  5. @cleber: tu cos’hai fatto finora per il bellunese?

  6. La Moretti a Salvini: “Perché hai dato i soldi ad Alemanno quando governavi tu?”.

  7. http://www.ballaro.rai.it/dl/portali/site/page/Page-e1455e78-5fcc-4bcd-8e3e-2a1d03652e51.html