13.9 C
Belluno
sabato, Aprile 4, 2020
Home Cronaca/Politica Donazzan al seminario Assolombarda: 82 milioni per il Veneto a favore dei...

Donazzan al seminario Assolombarda: 82 milioni per il Veneto a favore dei giovani

Elena Donazzan, assessore regionale
Elena Donazzan, assessore regionale

Dall’Europa arriveranno al Veneto 82 milioni di euro per sostenere i giovani in cerca di occupazione o di formazione entro quattro mesi dalla loro uscita dalla formazione o dall’inizio della disoccupazione, come prevede la Raccomandazione europea della “Youth Guarantee”. Lo ha anticipato l’Assessore regionale al lavoro Elena Donazzan, intervenuta oggi a Milano nella sede di Assolombarda al seminario a porte chiuse su “Youth Guarantee: Road map to employability” nazionale. Al centro dell’iniziativa la discussione sugli interventi per contrastare la disoccupazione giovanile, così come previsto dall’Europa.

“Il Veneto rischiava di essere ancora una volta penalizzato perché troppo bravo – commenta Donazzan –. Sulla Youth Guarantee rischiavamo di non avere le risorse finanziarie sufficienti per tutta la regione perché la nostra percentuale di disoccupazione era sotto il 25%”. “Oggi invece abbiamo la certezza che il Veneto avrà la giusta copertura di 82 milioni di euro per i propri giovani, per potenziare ancora di più un sistema che ha già dimostrato di essere efficace visti i risultati ma che deve migliorare ancora vista la difficilissima situazione economica e occupazionale”. Secondo Donazzan, il programma europeo di “Youth Guarantee” “deve soprattutto ridurre il fattore “tempo”, ridurre la permanenza dentro il mondo della scuola, ridurre la permanenza fuori dal mondo del lavoro, ridurre i tempi della intermediazione tra domanda e offerta. Soprattutto – ha sottolineato – ridurre il tempo della decisione politica: questo governo non può prendersi del tempo, ma deve assumere il lavoro finora fatto dal coordinamento delle Regioni”.

“Si vogliono stanziare 100 milioni per un portale, è una follia” – ha detto-, in riferimento all’utilizzo delle risorse stanziate dal Governo. “Quelle risorse – incalza l’assessore regionale – devono essere utilizzate per strumenti di avvicinamento e di inserimento al mondo del lavoro”.

Ad accompagnare l’assessore Donazzan al seminario, il direttore del Dipartimento istruzione, formazione e lavoro, Santo Romano, il direttore del settore lavoro, Pierangelo Turri, e il direttore dell’agenzia Veneto Lavoro, Sergio Rosato.

Sul possibile utilizzo di queste risorse per il servizio civile Donazzan ha detto: “non sono risorse per il non-lavoro o per sussidio sociale ma per il lavoro vero”. “Uno dei problemi di oggi dei giovani è l’educazione, il senso del dovere e del sacrificio e sono per questo favorevole alla riattivazione della leva obbligatoria. Sarebbe una vera garanzia educativa per i giovani italiani”.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Cassazione: no al riconoscimento del neonato a coppia di mamme gay

Niente riconoscimento per la coppia di mamme gay del figlio concepito all’estero con la fecondazione assistita ma nato in Italia. Lo ha stabilito la Corte...

Videoconferenza della Prefettura. Massima attenzione agli spostamenti, sospesi gli allenamenti degli atleti, restrizioni ai mercati

Si è tenuta oggi pomeriggio, in videoconferenza, una riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal prefetto, Adriana Cogode, con...

Belluno: Buoni spesa, 264 richieste nella prima giornata. Ricevute domande per oltre 40mila euro

Sono state 264 le richieste di accesso ai buoni spesa arrivate al Comune di Belluno nella prima giornata. Di queste, 225 sono state compilate online,...

Controlli agli spostamenti. L’appello di De Carlo a Prefettura e Questura: “Contrastare l’arrivo di turisti delle seconde case”

“Non vogliamo che il desiderio di ritrovarsi con la famiglia a Pasqua e di farsi una bella escursione sulle Dolomiti a Pasquetta rovinino un...
Share