Sunday, 21 October 2018 - 12:36

Via da Roma! Tutti a firmare per il Referendum indipendentista veneto * di Paolo Bampo

Feb 28th, 2014 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina
Paolo Bampo

Paolo Bampo

Sabato 1 e domenica 2 marzo la Lega Nord aprirà un gazebo in piazza dei Martiri a Belluno per raccogliere le firme a sostegno del referendum per l’Indipendenza del Veneto. Si tratta di una occasione che la nostra gente non deve perdere. Dopo 30 anni di tentativi vani, illusioni svanite e italiche fasulle promesse, l’Autonomia provinciale (quella vera e non le offensive elemosine che, con tanti nomi e tanti aggettivi molti politici furbescamente spacciano per risultato importante), potrà essere realizzata solo in un Veneto indipendente da Roma e Stato sovrano.

Il Veneto riconoscerà non solo la specificità della montagna, ma anche il diritto della nostra terra e della nostra gente all’autogoverno istituzionale e politico.

E’ pertanto dovere primario per ogni bellunese e per ogni dolomitico residente nella nostra provincia, recarsi nelle mattinate di sabato e domenica al gazebo della Lega per avvallare con la propria firma la meritoria iniziativa. Chiedo agli indipendentisti appartenenti a tutte le sigle, di sanare le molte (troppe!!) frammentazioni e a tutti gli appartenenti al variegato mondo autonomista provinciale e regionale di aderire all’invito del Carroccio bellunese, dimenticando ogni divisione ed ogni motivo di recriminazione o ripicca, come pure eventuali errori ed omissioni, che possono aver macchiato il passato di singoli e di altrui movimenti di idee e di politica. Per procedere verso obbiettivi credili e raggiungibili è necessaria una coesione che vada al di là delle differenze di pensiero e che sappia cogliere le molteplici sfumature ed iniziative senza pregiudizi ed ostilità. Io ci sarò.

Belluno 28.02.2014

Paolo Bampo

 

Share

4 comments
Leave a comment »

  1. e riecchelo!

  2. Io non ci sarò!

  3. Dopo il bard che con i referendum ha e sta sprecando i soldi dei comuni ,quindi di tutti i cittadini ,ora si mette pure la lega. Queste calvolate se potrete fino in fondo costano tantissimo soldi tolti dai bilanci di enti pubblici . Non è una semplice raccolta firme tra salame e vin e tre pagine di giornale. Vergogna criticare sprechi e siete i primi a buttare soldi per progetti che ben sapete non avranno nessun futuro. Che originalità manca solo che vi fondiate insieme (lega-bard) e il pocio politico è bello che fatto….

  4. Via anche i 4300 euro al mese che percepisce il signor Bampo per il suo breve soggiorno in parlamento !!!!