Thursday, 14 November 2019 - 08:38
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Passività Bim Gsp. Idv Belluno: ” Intervenga la magistratura ordinaria”

Feb 25th, 2014 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore

idv-240x240L’arrivo delle maxi/bollette ha riaperto la discussione su , ed in questi giorni insieme alle legittime proteste abbiamo ascoltato diverse proposte e considerazioni. Ma se la rabbia è ampiamente condivisibile non altrettanto si può dire delle idee di una politica che evidentemente tenta di percorrere qualsiasi via alternativa pur di non arrivare ad una piena comprensione dei fatti.

Inutile pigliarsela con Vignato (il nuovo presidente Bim Gsp), sta solo facendo il suo lavoro e forse potrebbe farlo ancora meglio se proprio la politica contribuisse fattivamente a quella chiarezza che è fondamentale in qualsiasi processo di risanamento.

Scorretta l’idea di attingere alla fiscalità generale, ricordiamoci che con questo metodo abbiamo costruito un debito pubblico ormai ampiamente fuori controllo. Ed inoltre demagogico, oltre che fuorviante, rincorrere una vaga idea di sciopero fiscale che consentirebbe solo ad Equitalia di guadagnarsi il suo amaro pane quotidiano.

Le pochissime possibilità di vincere una protesta di questo tipo oggi costruirebbero solo la possibilità di farne un’altra domani, non ci sembra una gran scelta.

Noi continuiamo a sostenere, come abbiamo già fatto in passato, che sia sempre più necessario l’intervento della Magistratura Ordinaria.

E non solo perchè l’accertamento di eventuali responsabilità potrebbe validamente contribuire all’opera di riordino economico, ma anche per farne il punto di partenza di una serie di riflessioni realmente politiche e dotate di una qualche prospettiva per gli anni a venire.

E’ necessario aprire una seria discussione sull’idea di società partecipata perchè il confondere strutture di servizio con ambiti di speculazione politica finalizzati al consenso genera costi sociali ed erariali oramai più che insostenibili, affinchè il sistema non continui a replicarsi dobbiamo debellare il virus partendo da oggi.

Va ricostruito un rapporto positivo tra gestori e cittadini che sappia dare il giusto valore ai diritti di tutti, le logiche della rappresentanza e quelle della governance devono costruite equilibri efficaci e non perenni contrasti o negative speculazioni.

E se vogliamo evitare che il futuro possa continuare a riservarci sorprese sempre peggiori l’unica via possibile passa attraverso la trasparenza, una accurata valutazione delle eventuali responsabilità e un vero confronto progettuale capace di coinvolgere tutti cittadini senza distinzione alcuna e nel pieno rispetto dei principi e valori Costituzionali.

Nel frattempo il vero problema sono i mesi che passano, le problematiche che non vengono affrontate con la necessaria determinazione possono anche riapparire come una comune influenza.

Alcuni giorni fa abbiamo letto sulla stampa che Bim consorzio ha intenzione di stanziare un fondo per dare una mano alle imprese in difficoltà.

Potremmo anche sbagliare ma la sensazione è spiacevole, sembrano cose già sentite.

Coordinamento Provinciale IDV Belluno

Share
Tags:

3 comments
Leave a comment »

  1. Mon Dieu!! Esiste ancora l’italia dei Valori …

  2. notizia di oggi.
    Bolzano: 90 milioni di euro da spartirsi tra 130 consiglieri regionali per i vitalizi d’oro.

    I vizi del BIM sono marachelle in confronto.

  3. @cleber
    è un vero scandalo. si sa da due giorni, ma ci sono già più di 4500 contro firme su avaaz.

    https://secure.avaaz.org/de/petition/Suedtiroler_Landtag_Reduzierung_der_Suedtiroler_Politikergehaelter_und_Pensionsansprueche/?fbdm

    Però riccordo che (almeno a quanto lo capisco io):
    1) questi numeri sono stati causati dal sistema vecchio
    2) il sistema passato rispecchiava il sistema nazionale
    3) è per l’autonomia che questo sistema è già stato cambiato da noi
    4) i vitalizi dei politici adesso sono trasparenti da noi. lo sono altrove ?

    comunque rimane sempre uno scandalo!