13.9 C
Belluno
mercoledì, Maggio 27, 2020
Home Cronaca/Politica Danni maltempo, Ascotrade scende a fianco dei suoi clienti...della Marca trevigiana

Danni maltempo, Ascotrade scende a fianco dei suoi clienti…della Marca trevigiana

«Nei prossimi giorni contatteremo i sindaci della Marca per identificare famiglie e aziende più colpite. I nostri clienti sono prima di tutto nostri concittadini». Lo afferma in una nota il presidente di Ascotrade Stefano Busolin.

Ascotrade è l’azienda trevigiana specializzata nella fornitura di gas ed energia elettrica che da dieci anni opera nel mercato dell’energia. Già presente nell’area con circa 30 mila clienti gas e operativa con quattro uffici commerciali (a Belluno, Feltre, Tai di Cadore, Agordo), controllata all’89% dal gruppo Ascopiave e all’11% da Bim Gsp.

ascotradeAscotrade scende in campo tendendo ancora una volta la mano ai clienti colpiti dal maltempo delle ultime settimane. Lo fa con una lettera che nei prossimi giorni raggiungerà i sindaci trevigiani. Lo scopo è di identificare le famiglie e le aziende clienti di Ascotrade che hanno subito danni e che hanno avuto un consumo maggiore di energia (gas ed elettricità) a causa del maltempo e dei conseguenti allagamenti.

«Collaboreremo con i comuni della provincia e la Regione per studiare una strategia di intervento che compensi in parte il danno subito – afferma Stefano Busolin, presidente di Ascotrade – siamo consapevoli che come impresa del territorio abbiamo una responsabilità maggiore rispetto ai competitors nazionali».

Sulla stessa linea Ascotrade si era già spesa nel vicentino, nella stagione 2010-2011, mobilitandosi a favore dei clienti colpiti dalla tragedia delle alluvioni. In quell’occasione l’azienda di Pieve di Soligo era intervenuta versando 100 mila euro sul conto corrente “pro alluvionati” della Regione Veneto e soprattutto rimborsando alle famiglie e alle aziende danneggiate dalla calamità i consumi di gas sostenuti nella stagione invernale.

Share
- Advertisment -

Popolari

Ciclone Vaia: raccolti oltre 390mila euro per il Centro coordinamento soccorsi dei Vigili del fuoco di Belluno

Il Fondo di Solidarietà costituito a fine 2018 a favore delle popolazioni venete colpite dal ciclone Vaia da Confindustria Veneto e Cgil Cisl Uil...

Il Consiglio regionale approva le due mozioni Gidoni: Ufficio esecuzione penale esterna a Belluno. Potenziamento del personale all’Ufficio scolastico di Belluno

Venezia 26 mag. 2020 - “Attivare una sede bellunese dell’Ufficio di Esecuzione Penale Esterna, per evitare ai cittadini e ai dipendenti residenti in provincia...

Rilancio del Nevegal. Fracasso, Pigozzo, Bello e Dal Farra (PD): “Basta rimpalli tra Regione e Comune: assicurare accessibilità ai rifugi con gli impianti già dalle...

Venezia, 26 maggio 2020  "Il rilancio del Nevegal non può più attendere: Regione e Comune di Belluno la smettano di rimpallarsi responsabilità e accampare scuse,...

Belluno. Occupazione suolo pubblico. Via libera a plateatici in piazza Mercato e via Mezzaterra

Più facilità per gli esercizi pubblici di ampliare i propri plateatici nel periodo estivo anche su strade poco trafficate: la Giunta del Comune di...
Share