Sunday, 17 November 2019 - 20:07
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Incontro con Terna e Enel per il blackout nel Bellunese. Bond: “Incontro negativo. Poca sensobilità e responsabilità nei confronti del territorio”

Feb 5th, 2014 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Dario Bond, consigliere regionale Pdl

Dario , consigliere regionale Pdl

Per quanto mi riguarda è stato un incontro utile ma assolutamente negativo. Da parte di ed non c’è stata quella sensibilità che la popolazione dell’Alto Bellunese avrebbe meritato e che certamente attendeva. Ora ci deve essere un moto di orgoglio da parte di amministratori e politici locali perché la questione, passato il clamore dell’emergenza, non passi in cavalleria”.

A dirlo è il consigliere regionale Dario Bond, a margine della seduta di Terza Commissione consiliare convocata appositamente per analizzare il problema dei blackout nel Bellunese. Oltre a Terna ed Enel hanno partecipato le rappresentanze locali delle Comunità e Unioni montane interessate dal fenomeno.

“In questo preciso momento occorre sminare l’arrabbiatura legittima e sacrosanta delle persone che si sono trovate ad affrontare una situazione ai limiti del paradossale. Ho visto il contenuto di interi congelatori in strada sotto i cumuli di neve, elettrodomestici irrimediabilmente danneggiati dopo essere stati collegati ai generatori con voltaggi superiori a quelli della rete ordinaria, per non parlare dei disagi alle aziende, agli operatori commerciali e a quelli del turismo. E tutto questo, mentre Cortina sta giocando tutte le sue carte per i mondiali di sci 2019”.

“Nonostante un quadro desolante, da parte di Enel e Terna non c’è stata la minima autocritica, eppure negli ultimi anni c’è stato un evidente peggioramento nel settore delle manutenzioni, sempre più frequentemente in mano a ditte non locali, senza dimenticare che negli anni sono diminuiti i tecnici a disposizione”, sottolinea il consigliere regionale.

“Chiarito il nodo dei risarcimenti, occorre affrontare quello delle fasce di rispetto lungo i tracciati dell’elettricità”, prosegue Bond. “I sindaci devono essere messi nella condizione di poter operare: il quadro normativo va chiarito una volta per tutte anche con specifici provvedimenti legislativi, sia a livello regionale che governativo”.

“C’è poi la questione più importante: quanto si vuole investire in questi territori? Il nodo infrastrutturale è basilare, anche per questo Istituzioni e politica non possono mollare la presa”, conclude Bond.

Share
Tags: , ,

One comment
Leave a comment »

  1. Terna ed Enel hanno mancato di sensibilità nei confronti delle popolazioni Bellunesi, dice Bond. Che siano degne allieve dei Maestri Politici Regionali e Nazionali?