Sunday, 17 November 2019 - 17:32
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Soccorritori al lavoro per liberare i tetti degli impianti sportivi

Feb 3rd, 2014 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

soccorso alpino valanga 2Belluno, 03-02-14 Mentre una squadra del Soccorso alpino del Piemonte, destinata a Sappada, arriva nella sala operativa della prefettura per avere le direttive dai coordinatori, i soccorritori distribuiti nei comuni della parte alta della provincia stanno proseguendo i lavori di sgombero neve dai tetti degli edifici pubblici e di pregio indicati dalle amministrazioni comunali, come quelli di abitazioni private considerati a rischio. Ad Alleghe, Sappada e Cortina si stanno alleggerendo le coperture dei rispettivi palaghiaccio, mentre i tecnici di Vodafone e Tim vengono accompagnati ai ripetitori e ponti radio in blackout. Nel comune di Livinallongo del Col di Lana la situazione è critica, Arabba continua ad essere isolata e Passo Campolongo è stato nuovamente chiuso al traffico. Una squadra del Soccorso alpino di Livinallongo, con difficoltà già nell’avvicinamento su strada, si è recata, attraversando il bosco con gli sci, all’abitato di Sottinghiazza, dove vive da sola Nina, 77 anni, che ieri l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore non era riuscito a raggiungere per la presenza di nebbia. I soccorritori le hanno portato medicinali e scorte alimentari, liberando l’abitazione dalla neve di due metri di spessore e predisponendo un sentiero fino alla fonte esterna. Sempre a Livinallongo una squadra ha rifornito di farmaci la farmacia di Arabba, mentre un’altra sta monitorando il versante sopra Larzonei, dove stanno ripulendo la strada. In supporto alle squadre locali i soccorritori provenienti dai servizi regionali del Soccorso alpino e speleologico di Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, dalle altre due Delegazioni del Veneto e dalle Stazioni della parte bassa della provincia e trevigiane si sono così distribuiti: Piemonte nei comuni di Comelico e Sappada, Lombardia nei comuni dell’Agordino con i soccorritori vicentini, Emilia Romagna a Cibiana di Cadore assieme ai soccorritori veronesi, Friuli Venezia Giulia nei comuni di Val Comelico e Sappada. I soccorritori della Delegazione speleologica sono a Cortina con quelli della Stazione di Pedemontana del Grappa e Belluno. Nella Valle di Zoldo, infine, sono all’opera le squadre di Alpago, Prealpi Trevigiane, Longarone e Feltre.

 

Share

Comments are closed.