13.9 C
Belluno
martedì, Maggio 26, 2020
Home Cronaca/Politica Soccorritori al lavoro per liberare i tetti degli impianti sportivi

Soccorritori al lavoro per liberare i tetti degli impianti sportivi

soccorso alpino valanga 2Belluno, 03-02-14 Mentre una squadra del Soccorso alpino del Piemonte, destinata a Sappada, arriva nella sala operativa della prefettura per avere le direttive dai coordinatori, i soccorritori distribuiti nei comuni della parte alta della provincia stanno proseguendo i lavori di sgombero neve dai tetti degli edifici pubblici e di pregio indicati dalle amministrazioni comunali, come quelli di abitazioni private considerati a rischio. Ad Alleghe, Sappada e Cortina si stanno alleggerendo le coperture dei rispettivi palaghiaccio, mentre i tecnici di Vodafone e Tim vengono accompagnati ai ripetitori e ponti radio in blackout. Nel comune di Livinallongo del Col di Lana la situazione è critica, Arabba continua ad essere isolata e Passo Campolongo è stato nuovamente chiuso al traffico. Una squadra del Soccorso alpino di Livinallongo, con difficoltà già nell’avvicinamento su strada, si è recata, attraversando il bosco con gli sci, all’abitato di Sottinghiazza, dove vive da sola Nina, 77 anni, che ieri l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore non era riuscito a raggiungere per la presenza di nebbia. I soccorritori le hanno portato medicinali e scorte alimentari, liberando l’abitazione dalla neve di due metri di spessore e predisponendo un sentiero fino alla fonte esterna. Sempre a Livinallongo una squadra ha rifornito di farmaci la farmacia di Arabba, mentre un’altra sta monitorando il versante sopra Larzonei, dove stanno ripulendo la strada. In supporto alle squadre locali i soccorritori provenienti dai servizi regionali del Soccorso alpino e speleologico di Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, dalle altre due Delegazioni del Veneto e dalle Stazioni della parte bassa della provincia e trevigiane si sono così distribuiti: Piemonte nei comuni di Comelico e Sappada, Lombardia nei comuni dell’Agordino con i soccorritori vicentini, Emilia Romagna a Cibiana di Cadore assieme ai soccorritori veronesi, Friuli Venezia Giulia nei comuni di Val Comelico e Sappada. I soccorritori della Delegazione speleologica sono a Cortina con quelli della Stazione di Pedemontana del Grappa e Belluno. Nella Valle di Zoldo, infine, sono all’opera le squadre di Alpago, Prealpi Trevigiane, Longarone e Feltre.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Giustizia di prossimità, un ufficio Uepe a Belluno. Addamiano: ”Costituiti i primi nuclei di Polizia penitenziaria da destinare direttamente agli Uffici di esecuzione penale...

“E’ ufficiale, sono stati costituiti i primi nuclei di Polizia penitenziaria da destinare direttamente agli Uffici di esecuzione penale esterna (Uepe). Vi sono inoltre...

Mondiali sci Cortina. De Menech: “Comprensibile il rinvio al 2022”

Belluno, 25 maggio 2020  «Era tutto pronto, dal punto di vista organizzativo e sportivo, ma la decisione del Coni e della Fisi di spostare di...

Appena uscito dal carcere ruba un’auto e due bici. Arrestato dalla Volante e incarcerato in un’ora

E' durata poco la libertà a B.A.S. tunisino 50enne con precedenti penali, che appena scarcerato dalla Casa circondariale di Baldenich ha ripreso immediatamente il...

Perarolo di Cadore. Conclusa l’istruttoria del Pat, domani l’approvazione in Provincia

Sarà portato in consiglio provinciale domani (martedì 26 maggio) il Pat del Comune di Perarolo. Un Piano di Assetto del Territorio che punta soprattutto...
Share