13.9 C
Belluno
sabato, Maggio 30, 2020
Home Cronaca/Politica Emergenza neve, ecco la situazione. Attivato 24 ore su 24 il Centro...

Emergenza neve, ecco la situazione. Attivato 24 ore su 24 il Centro Coordinamento Soccorsi

soccorso alpino valanga 1Proseguono le attività del Centro Coordinamento Soccorsi attivato presso la Sala Operativa Provinciale Integrata, nonché quella dei Centri Operativi Misti attivati presso i Comuni di Cencenighe Agordino, Borca di Cadore, S. Stefano di Cadore.

Ne dà notizia la Prefettura di Belluno, impegnata nel coordinamento delle attività d’istituto per l’emergenza neve in provincia.

Nel corso del pomeriggio, alle ore 18 circa, la società Terna S.p.A. è riuscita a rialimentare le linee di alta tensione ripristinando il collegamento con la linea elettrica nazionale.

Enel Distribuzione S.p.A. prosegue le attività di individuazione e ripristino dei guasti lungo le reti di media tensione.

Al fine di ridurre i disagi alla popolazione, Enel Distribuzione S.p.A. procederà altresì all’installazione di gruppi elettrogeni nelle zone in cui non dovessero avere successo le sopra indicate attività di ripristino della rete ordinaria.

Al momento, secondo quanto riferito dai tecnici Enel presenti in Centro Coordinamento Soccorsi, non è possibile stabilire con certezza la esatta tempistica della completa riattivazione della rete elettrica.

Nel corso della giornata sono stati installati, da parte dei Vigili del Fuoco e del Volontariato della Protezione Civile, alcuni gruppi elettrogeni presso strutture considerate strategiche, quali i municipi, nonché presso quelle più “vulnerabili”, quali le case di riposo prive di autonomi generatori.

Nell’ambito del Centro Coordinamento Soccorsi è stato inoltre disposto l’invio di 4 idrovore presso il Comune di Puos d’Alpago per prevenire eventuali criticità del livello del canale Rai, in vista di possibili scarichi di acqua dalla diga di Bastia nel predetto canale.

Per quel che concerne la situazione della viabilità provinciale, permangono delle criticità derivanti dagli elevati accumuli di neve lungo le arterie stradali.

Il personale di Anas e Veneto Strade sta comunque proseguendo nelle attività di sgombero della neve sulle arterie di rispettiva competenza.

Permane la chiusura dei passi dolomitici, mentre la SS51 di Alemagna, nel tratto Cortina d’Ampezzo- Tai di Cadore, è percorribile unicamente nella direzione nord – sud. L’Anas sta al momento lavorando per assicurare la completa riapertura della suddetta arteria stradale in entrambi i sensi di marcia nel più breve tempo possibile.

Nel corso della nottata resterà  attivo il Centro Coordinamento Soccorsi.

(nella foto la valanga che ha interrotto la strada per la Val di Zoldo all’altezza di Soffranco)

Share
- Advertisment -

Popolari

Zaia anticipa il governo e allenta la morsa. Mascherine solo al chiuso. Ecco la nuova ordinanza in vigore da lunedì 1° giugno

Con ordinanza n. 55 del 29 maggio 2020, in vigore da lunedì 1° giugno, il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia ha modificato...

Assessore d’Emilia ai commercianti del centro: «Disponibili a sostenere il Consorzio con Distretto del Commercio. Ci dicano le loro priorità»

«Siamo pronti a venire incontro alle necessità dei commercianti del Consorzio Centro Storico, basta che ci indichino le loro priorità e lavoreremo all'interno del...

Rigenerazione del Parco fluviale di Lambioi. Frison: “Ok da Roma alla modifica del progetto”

Via libera da Roma alla modifica del progetto di rigenerazione urbana del Parco di Lambioi: è infatti arrivata la tanto attesa nota del segretario...

Il Lago di Santa Croce è pronto per la stagione 2020. Strutture rinnovate e protocolli di sicurezza per accogliere turisti e visitatori 

L’Alpago non rinuncia al proprio lago e, anzi, rilancia un’offerta turistica e sportiva che potrebbe vedere nella stagione alle porte un’occasione per certi versi...
Share