13.9 C
Belluno
sabato, Maggio 30, 2020
Home Meteo, natura, ambiente, animali Confermate forti precipitazioni per tutto il venerdì. Riunione in Prefettura, permane lo...

Confermate forti precipitazioni per tutto il venerdì. Riunione in Prefettura, permane lo stato di preallerta

crollo prefettura 003Nel pomeriggio di oggi si è tenuta presso la Prefettura di Belluno una riunione operativa, alla quale hanno preso parte i rappresentanti delle Forze dell’Ordine, dei Vigili del Fuoco, della Provincia di Belluno, di Anas e Veneto Strade, del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico, del SUEM 118, dell’Enel, di Telecom Italia e del Centro Valanghe ARPAV di Arabba, per un aggiornamento della situazione nel territorio provinciale, alla luce delle condizioni meteorologiche avverse che vedono gran parte della provincia interessata da abbondanti precipitazioni.

I tecnici dell’ARPAV hanno confermato lo scenario previsionale in base al quale una intensa perturbazione apporterà abbondanti precipitazioni nel corso delle prossime 72 ore, con accumuli di neve complessivi compresi tra i 130 ed i 250 cm sopra i 1500 metri di altitudine.

I fenomeni più intensi dovrebbero verificarsi dal pomeriggio – sera di oggi sino a tutta la giornata di domani, con accumuli nelle 24 ore sino ai 130 cm sopra i 1500 metri.

In considerazione di ciò, e tenendo conto dell’abbondante manto nevoso già presente in quota, è stato confermato lo stato di massima pericolosità per il rischio valanghe in tutto il territorio provinciale. Tali fenomeni potrebbero peraltro interessare anche siti che in passato hanno già registrato significativi eventi valanghivi.

In ragione di quanto sopra, si rinnova l’invito ai cittadini ad usare la massima prudenza negli spostamenti, in particolare nelle zone di montagna maggiormente esposte al rischio di valanghe o frane.

Per quel che riguarda la viabilità provinciale è stato attivato il piano neve provinciale con l’effettuazione di appositi presidi di filtraggio dei mezzi, al fine di verificare che gli stessi siano dotati di dispositivi antineve (pneumatici invernali o catene).

Ravvisata la possibilità che, nel prosieguo, debbano essere adottati, da parte degli enti competenti, ulteriori provvedimenti di chiusura di tratti di strade, si rinnova l’invito alla cittadinanza a verificarne l’adozione, prima di mettersi in viaggio, attraverso la consultazione dei siti internet degli enti gestori delle stesse e dei principali mezzi di informazione.

In ogni caso, si ricorda la vigenza dell’obbligo di circolare solo se muniti di dispositivi invernali e si raccomanda di mettersi in viaggio solo se necessario.

Al termine della riunione sono state formalmente preallertate tutte le componenti del sistema di protezione civile in vista della possibile costituzione del Centro Coordinamento Soccorsi, qualora necessario in relazione all’evolversi della situazione.

Share
- Advertisment -

Popolari

Zaia anticipa il governo e allenta la morsa. Mascherine solo al chiuso. Ecco la nuova ordinanza in vigore da lunedì 1° giugno

Con ordinanza n. 55 del 29 maggio 2020, in vigore da lunedì 1° giugno, il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia ha modificato...

Assessore d’Emilia ai commercianti del centro: «Disponibili a sostenere il Consorzio con Distretto del Commercio. Ci dicano le loro priorità»

«Siamo pronti a venire incontro alle necessità dei commercianti del Consorzio Centro Storico, basta che ci indichino le loro priorità e lavoreremo all'interno del...

Rigenerazione del Parco fluviale di Lambioi. Frison: “Ok da Roma alla modifica del progetto”

Via libera da Roma alla modifica del progetto di rigenerazione urbana del Parco di Lambioi: è infatti arrivata la tanto attesa nota del segretario...

Il Lago di Santa Croce è pronto per la stagione 2020. Strutture rinnovate e protocolli di sicurezza per accogliere turisti e visitatori 

L’Alpago non rinuncia al proprio lago e, anzi, rilancia un’offerta turistica e sportiva che potrebbe vedere nella stagione alle porte un’occasione per certi versi...
Share