13.9 C
Belluno
sabato, Maggio 30, 2020
Home Cronaca/Politica Presentata in Prefettura la rilevazione della frana sul Sorapis con tecnologia 3d

Presentata in Prefettura la rilevazione della frana sul Sorapis con tecnologia 3d

prefettura-350x290Si è tenuta questa mattina presso la Sala Riunioni della Prefettura, la presentazione dei dati riguardanti il “rilievo 3D post-evento” della frana del Monte Sorapiss, avvenuta, nel territorio di Cortina d’Ampezzo, nella notte tra il 30 settembre ed il 1°ottobre 2013.

Lo studio dell’evento franoso mediante l’utilizzo delle innovative metodologie del “rilievo 3D post-evento” è stato eseguito, in collaborazione col Comando di Belluno del Corpo Forestale dello Stato, rappresentato dal Vice Questore Aggiunto, dott. Isidoro Furlan, da un gruppo di tecnici guidati dall’ing. Marco Dubbini della sezione di Geografia dell’Università di Bologna, con il supporto di SAL Engineering, società che si occupa di sviluppo di sistemi aerei a pilotaggio remoto.

L’obiettivo principale del rilievo – ha spiegato l’Ing. Dubbini nel corso della presentazione – è stato quello di acquisire tutti i dati necessari alla ricostruzione tridimensionale del corpo di frana in assoluta sicurezza, così da ottenere un modello 3D di tutta la zona interessata dal fenomeno franoso.

Il modello così ottenuto potrà eventualmente essere utilizzato per la valutazione immediata dell’evento in relazione alle opere necessarie per la messa in sicurezza, per calcolare i volumi del materiale distaccato con elevata accuratezza e per iniziare un monitoraggio periodico della frana, qualora questa sia in evoluzione.

Il Prefetto di Belluno, dott. Giacomo Barbato, nel ringraziare l’ing. Dubbini per l’esaustiva illustrazione, ha evidenziato le potenzialità dell’innovativo sistema di rilevazione il cui utilizzo potrebbe, in futuro, consentire l’ottenimento di dati altamente precisi, relativamente a possibili dissesti idrogeologici, frequenti in un territorio “fragile”quale il bellunese, garantendo al contempo le condizioni di totale sicurezza per il personale operante nei rilievi.

Hanno partecipato all’evento il Questore di Belluno, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza e dei Vigli del Fuoco, nonché rappresentanti dei Comandi Provinciali dei Carabinieri e del Corpo Forestale dello Stato, della Provincia di Belluno, del Servizio Forestale Regionale, dell’Ordine dei Geologi e del Genio Civile della Regione Veneto nonché dell’Ordine degli Ingegneri di Belluno.

 

 

 

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Zaia anticipa il governo e allenta la morsa. Mascherine solo al chiuso. Ecco la nuova ordinanza in vigore da lunedì 1° giugno

Con ordinanza n. 55 del 29 maggio 2020, in vigore da lunedì 1° giugno, il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia ha modificato...

Assessore d’Emilia ai commercianti del centro: «Disponibili a sostenere il Consorzio con Distretto del Commercio. Ci dicano le loro priorità»

«Siamo pronti a venire incontro alle necessità dei commercianti del Consorzio Centro Storico, basta che ci indichino le loro priorità e lavoreremo all'interno del...

Rigenerazione del Parco fluviale di Lambioi. Frison: “Ok da Roma alla modifica del progetto”

Via libera da Roma alla modifica del progetto di rigenerazione urbana del Parco di Lambioi: è infatti arrivata la tanto attesa nota del segretario...

Il Lago di Santa Croce è pronto per la stagione 2020. Strutture rinnovate e protocolli di sicurezza per accogliere turisti e visitatori 

L’Alpago non rinuncia al proprio lago e, anzi, rilancia un’offerta turistica e sportiva che potrebbe vedere nella stagione alle porte un’occasione per certi versi...
Share