Monday, 24 February 2020 - 03:52
e-mail: redazione@bellunopress.it – direttore responsabile: Roberto De Nart

Impianti a fune nel Veneto: assegnati oltre 24 milioni

Gen 1st, 2014 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore

cabinovia Piani di Pezze  - Col dei Baldi  FotoRivaOltre di euro, a valere sulle risorse del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC), sono stati assegnati dalla giunta regionale a favore degli del . A darne notizia è il vicepresidente Marino Zorzato, relatore di concerto con l’assessore al turismo Marino Finozzi del provvedimento che finanzia 32 domande pervenute a seguito del bando pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione (BUR) n. 84 del 4 ottobre scorso.

 

Le domande ammesse a contributo sono ripartite per le tre aree individuate dal bando: 22 domande per interventi ricadenti nelle province di Belluno e Treviso; 8 domande per interventi nella provincia di Vicenza; 2 domande per interventi nella provincia di Verona. Sulla base dei criteri stabiliti dal bando, sono state redatte sei graduatorie, suddivise oltre che per area anche per categoria. “Con le risorse assegnate – sottolinea Zorzato – abbiamo potuto dare copertura a tutte le richieste presentate, con il completo scorrimento delle sei graduatorie. E’ una risposta importante ed attesa dai gestori degli impianti, che va a supportare in termini qualitativi l’offerta del nostro sistema turistico”.

La definitiva assunzione dell’impegno di spesa nei confronti dei beneficiari potrà comunque essere effettuata solo dopo l’acquisizione del parere della competente Commissione Europea che ha ancora in corso di valutazione la misura d’aiuto prevista nel bando. A livello nazionale il FSC, ex Fondo per le aree sottoutilizzate (FAS), costituisce lo strumento nel quale si dà unità programmatica e finanziaria all’insieme degli interventi che sono rivolti al riequilibrio economico e sociale fra le aree del Paese e nel Veneto trova attuazione con il programma predisposto della Regione e le risorse messe a disposizione dal Ministero per lo Sviluppo Economico (MISE).

“Tra le linee di intervento previste – fa rilevare Zorzato – ne è inserita una specificamente dedicata agli impianti a fune con l’obiettivo di migliorare l’accessibilità delle aree di montagna attraverso lo sviluppo e il potenziamento degli impianti a fune dedicati al trasporto di persone. promuovendo la realizzazione di nuove costruzioni e di interventi atti all’innovazione tecnologica di quelli esistenti”.

 

007-2013.

Attuazione Asse prioritario 4 Mobilità Sostenibile -Linea di intervento 4.2 Impianti a fune.

Miglioramento dell’accessibilità delle aree di montagna anche attraverso lo sviluppo e il potenziamento degli impianti a fune

AREA BL-TV

CATEGORIA A – nuova realizzazione di impianti o sostituzione di impianti già esistenti.

pos.

Beneficiario

Preventivo intervento

Intensità del contributo

Contributo massimo assegnabile

Punteggio

1

Padon Marmolada S.r.l.

6.841.600,00

50%

2.000.000,00

19

2

Tofana S.r.l.

14.101.000,00

10%

1.410.100,00

18

Precede ai sensi dell’art. 10 del bando

3

Società Funivia Arabba Marmolada SOFMA S.p.A.

14.301.100,00

50%

2.000.000,00

18

4

Alleghe Funivie S.p.A.

2.500.000,00

50%

1.000.000,00

16

Precede ai sensi dell’art. 10 del bando

5

Impianti Falcade-Col Margherita S.p.A.

2.270.000,00

50%

1.000.000,00

16

Precede ai sensi dell’art. 10 del bando

6

Marmolada S.r.l.

6.454.000,00

50%

3.000.000,00

16

8

Campetti Sappada 2010 s.r.l.

332.000,00

50%

166.000,00

15

7

Sciovie Cima S.n.c.

332.000,00

50%

166.000,00

15

9

Pordoi S.p.A.

6.919.129,63

50%

2.000.000,00

13

10

Alpe del Nevegal S.r.l.

872.613,02

50%

436.306,51

12

11

Società Impianti Turistici Boè S.p.A.

2.894.552,96

50%

1.000.000,00

9

Totale contributi assegnabili

14.178.406,51

AREA BL-TV

 CATEGORIA B – ammodernamento, sistemazione, revisione, rinnovo di vita tecnica nonché riposizionamento di impianti

pos.

Beneficiario

Preventivo intervento

Intensità del contributo

Contributo massimo assegnabile

Punteggio

1

Tofana S.r.l.

1.597.760,00

10%

159.776,00

13

Precede ai sensi dell’art. 10 del bando

2

Quinz Impianti s.r.l.

327.000,00

50%

163.500,00

13

3

Alpe del Nevegal S.r.l.

55.580,00

50%

27.790,00

11

4

Cima Tofana S.r.l.

2.349.000,00

10%

234.900,00

10

5

Campetti Sappada 2010 s.r.l.

386.000,00

50%

193.000,00

9

6

Marmolada S.r.l.

704.000,00

50%

352.000,00

8

Precede ai sensi dell’art. 10 del bando

7

Palafavera S.r.l.

1.040.160,00

50%

520.080,00

8

Precede ai sensi dell’art. 10 del bando

8

Pordoi S.p.A.

1.594.904,82

50%

797.452,41

8

9

Impianti Averau S.r.l.

114.110,00

20%

22.822,00

7

Precede ai sensi dell’art. 10 del bando

10

ISTA S.p.A.

696.000,00

20%

139.200,00

7

11

Croce D’Aune Sviluppo

135.134,00

50%

67.567,00

5

Totale contributi assegnabili

2.678.087,41

Share
Tags: , ,

3 comments
Leave a comment »

  1. bene dai, non lamentiamoci sempre, per fortuna c’è Zaia: rapporto 1/20 con quanto investe il trentino!

    sarei poi curioso di vedere i celebri impianti di risalita di Nervesa della Battaglia.

  2. Ma mi pare che il Trentino non sia il Veneto. lo Stato lascia un bel po’ di quattrini ai trentini perchè hanno i Coglioni, mentre i Veneti sono dei Coglioni. La differenza penso sia evidente. Invece di leccare il culo a Letta e compagni vari, iniziate a fare politiche mirate. Forse avrete qualche guadagno.

  3. Beh… allora …. sento il diritto/dovere di andare a sciare