Friday, 23 August 2019 - 18:27
direttore responsabile Roberto De Nart

Una camera a gas in perfetto orario

Dic 31st, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

trenoIl treno regionale 5873 partito da alle 6.35 è arrivato a centrale alle 8.12 in perfetto orario. Ma i vagoni erano invasi dal gas di scarico, probabilmente provocato dalla perdita dai collettori che collegano il motore alle marmitte sul tetto delle carrozze.

Sarebbe stato meglio viaggiare su un vecchio locomotore a vapore – assicurano quei pochi passeggeri oramai abituati a tutto in questa tratta – piuttosto che con quel diesel che immetteva veleni, e ad ogni fermata spargeva una densa nuvola azzurra di gas di scarico.

Si conclude così il 2013, un anno da dimenticare per i treni che servono la provincia di Belluno, che quando non sono afflitti da ritardi, risentono della scarsa manutenzione.

Un viaggio di un’ora e mezza in una camera a gas che ancora una volta, se ce ne fosse bisogno, indica quanto la provincia di Belluno interessi ai centri decisionali della politica.

Si viaggia peggio di 40 anni fa. A quando l’elettrificazione delle due tratte ferroviarie?

Share
Tags: , ,

8 comments
Leave a comment »

  1. In sintonia con il paese Italia che è alla canna del ..gas

  2. Lo scandalo continua, questo episodio è gravissimo, in vettura potevano esserci anche persone con patologie respiratorie oppure bambini in tenera età!
    La scivolata verso il terzo mondo è in atto…

  3. In attesa dei Minuetto ci propinano gli Auschwitz.

  4. Attenti! Che presto arriveranno le finte polemiche di Reolon e Bond. Ma in realtà tutti lo sappiamo, non gliene frega niente! Tanto li votate comunque. Io no.

  5. Ottimo servizio per il Bellunese, terra in fase di abbandono da parte della regione del veneto.

  6. Lo scandalo continua, questo episodio è gravissimo, in vettura potevano esserci anche persone con patologie respiratorie oppure bambini in tenera età!
    La scivolata verso il terzo mondo è in atto…

    E’ il mio caso: sono affetto da una grave allergia respiratoria agli odori e profumi forti, acidi, irritanti, e l’ultima volta che, di ritorno da Roma a Belluno, ho preso il treno Padova – Belluno per poco ho rischiato di finire all’ospedale: una cosa incredibile, peggio non avrebbe potuto essere. Al mio arrivo a Belluno, nel 1973, non c’erano questi problemi sui treni da e per Belluno. Mala tempora currunt !…

  7. Carissimo Remo, sono profondamente dispiaciuto.
    Avrebbe dovuto immediatamente denunciare il fatto al capotreno e incaricare un avvocato per avere il risarcimento di qualsiasi danno da Lei subito!
    Con i viaggiatori come testimoni avrebbe avuto chance di ricevere giustizia.
    Ogni atto o commento o atteggiamento verso il bene comune dovrà, d’ora in poi, avere come obiettivo la fine della nostra deriva verso una società pessima, corrotta, insensibile per recuperare almeno un po’ di civiltà.
    Non rassegniamoci per favore.

  8. ho fatto 5 anni di università passando per le famigerate “gallerie del Fadalto” aspettando di arrivare a Nove per aprire i finestrini 🙂 vedo che non è cambiato nulla!