Friday, 18 October 2019 - 08:11
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Emergenza neve Alto Bellunese. Terna: l’interruzione delle strade rallenta il ripristino della rete elettrica

Dic 26th, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

ternaRispetto alla situazione nell’Alto Bellunese e nell’area di Trento, da fanno sapere quanto segue.

Nella prime ore della giornata di S. Stefano, a seguito dell’intensificarsi della cosiddetta “Tempesta di Natale”, intenso fenomeno meteorologico che sta interessando vaste aree del Nord-Est, forti nevicate hanno interessato dapprima la provincia di Trento e a seguire quella di con gravi ripercussioni sulle infrastrutture elettriche.

In particolare, a partire dalle 7 del mattino circa, la perdita di diverse linee elettriche a causa del crollo di piante nelle zone di Zuel, Calalzo, Campolongo, Ponte Malon ha avuto ripercussioni sull’alimentazione elettrica dell’area. Purtroppo la presenza di guasti anche nella rete di distribuzione consente di rialimentare solo parte delle utenze.

I tecnici di Terna, intervenuti prontamente sin dalle primissime ore del giorno e in sinergia con quelli di Enel Distribuzione, stanno cercando di ripristinare i collegamenti, ma le condizioni meteo rendono difficoltoso ogni intervento. Infatti vi sono enormi difficoltà negli spostamenti a causa delle vie di circolazione interrotte o parzialmente agibili, nonché la natura esogena dei guasti fin qui individuati, provocati dalla caduta di piante, nonostante fossero notevolmente esterne alla fascia asservita ai conduttori. Per di più l’intensificarsi delle nevicate provoca ulteriori guasti, anche sulle stesse linee elettriche oggetto di interventi di ripristino (rialimentazione delle CP di Campolongo e Ponte Malon alle ore 12:38, ma un successivo guasto ne ha causato un ulteriore spegnimento alle ore 13:08).

Le Unità operative di Terna sono inoltre in contatto con la sala Crisi allestita presso la Prefettura di Belluno per ogni possibile supporto operativo.

Share
Tags: , ,

6 comments
Leave a comment »

  1. Siamo oramai un paese del terzo mondo, inutili altre parole!

  2. …..e la Terna ci dice che non vuole interrare i cavi a Andreane?? ma non lo vedete cari “Terni” che quando andate sui tralicci normali vi cascano addosso gli alberi??? 😀

  3. Carlo,vai a xxxxxxx E’ volgare ma rende l’idea dell’unica azione che sono in grado di fare persone come te sempre pronte a flagellare gli altri.In Francia molte regioni sono al buio,Inghilterra e Belgio con gravi inondazioni e non parliamo degli Stati Uniti dove tempeste di neve paralizzano interi stati ..potrei continuare ma scommetto che a nessun francese o inglese e tanto meno americani verrebbe in mente di dire”che paese di merda”,siamo finiti e così via,ma piantala e se vuoi fare qualcosa va a dare una mano alla protezione civile.Sei tu e quelli come te la malattia di questa nazione.

  4. Certo, interrando le linee non sarebbe successo tutto questo..
    Facciamo interrare almeno ora mentre stanno razionalizzando le linee .. Se mai si inizia mai si riuscirà a risolvere il problema .. La neve x noi non è una novità ed il turismo deve poter vivere ..!! In ogni caso e’ un evento eccezionale ..

  5. Caro massimo, visto che non lo fa il moderatore, mi permetto allora di farlo io e di invitarti ad usare modi meno volgari per esprimere le tue pur sempre personali convinzioni.

  6. Brava Renata Dal Farra!!! condivido in pieno! Auguri