Sunday, 25 August 2019 - 23:04
direttore responsabile Roberto De Nart

Il Bard e la Fondazione Valle di Seren incontra l’eurodeputato Dorfmann

Dic 23rd, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina
bard dorfmannOggi una delegazione del ( autonoma Regione Dolomiti) e della Fondazione Valle di hanno incontrato a Bressanone l’eurodeputato Herbert (www.herbert-dorfmann.eu). Sono stati affrontati vari temi di ordine generale, in particolare sulla riforma delle Province e sulla necessità di un ente che gestisca le Dolomiti Bellunesi, su cui Dorfmann si è detto pienamente d’accordo.
Vista l’esperienza specifica dell’eurodeputato, ci si è poi concentrati sull’agricoltura di montagna e sugli aspetti su cui puntare per il mantenimento e sviluppo del settore, fondamentale in montagna anche per mantenere il territorio e promuovere il turismo. Questo è particolarmente importante anche in vista dell’applicazione del piano di sviluppo rurale 2014-2019 e sul quale serve concentrarsi per intercettare le risorse messe a disposizione.
Insieme si è convenuto che gli aspetti fondamentali del settore, quali lo stimolo alla creazione di nuove aziende ed il potenziamento di quelle esistenti siano attività da promuovere assieme, perchè gli interessi della montagna sono diversi da quelli della pianura e questo va fatto capire tanto a Bruxelles, quanto a Roma. Dorfmann ha garantito l’interessamento dei capi settore della provincia autonoma, al fine di coordinare le azioni.L’impegno chiesto al Bard ed alla Fondazione è stato quello di attivarsi presso la Regione Veneto per portare avanti interessi comuni all’agricoltura sulle Dolomiti e lo stesso Dorfmann si è reso disponibile per collaborare nel settore del legno e del recupero del bosco, anche organizzando un incontro con i dirigenti del Sud Tirolo che si occupano di centrali a biomasse, che nella provincia autonoma hanno avuto notevole successo.

Nella foto: Andrea Bona, Paola Paganin, Oskar Unterfrauner, Herbert Dorfmann e Moreno Broccon
Share
Tags: , , ,

7 comments
Leave a comment »

  1. altissima carica.

  2. Cleber tesse altri contatti più prestigiosi. Speriamo portino frutto.

  3. Purtoppo la linea del Bard si è rilevata completamente sbagliata.
    Ciò non toglie che almeno siete stati gli unici a provarci, di questo vi rendo merito e vi ringrazio.

    Ma il succo (purtroppo) non cambia.

  4. @cleber: sei forse tu un dio o un re ? In caso contrario datti da fare invece di fare il sapientino di turno, di quelli ne abbiamo abbastanza !

  5. @MAnlio: dovrei venire anch’io alla corte del “signor nessuno” altoatesino di turno?
    No grazie, non sono interessato. Anzi.

  6. @Cleber chi la dura la vince e non si sa mai a cosa porta l’impegno disinteressato degli aderenti al BARD, devo dare atto al BARD stesso che comunque è l’unico che qualcosa muove, propone, si attiva per questo territorio. Mi pare di ricordare che è proprio grazie a loro che tante iniziative vengono fatte. Vogliamo pesare il lavoro, interessato, di nostrani e ruspanti consiglieri regionali e deputati improduttivi, incolleriti, disarticolati dalla realtà, in guerra fra loro, e profumatamente stipendiati? Almeno il BARD a me, e penso anche a te Cleber, non costa nulla e già questo è un buon risultato. Poi se sarà grazie al BARD che, caro Cleber, vivrai meglio in queste valli allora ti cospargerai abbondantemente il capo di cenere, in caso contrario avresti poco comunque da gioire trascinato come sarai verso una decadente dependance di Venezia, a meno che tu non abbia la vocazione del fedele paggetto a corte (qualche volta dai tuoi commenti mi viene il sospetto). Al me stae ben saluti a casa.

  7. Risultati zero. Anzi, meno di zero. Questo é il risultato.
    Comunque ho riconosciuto prima di te che almeno il Bard ci prova. Leggere prima, grazie.

    Bisogna pretendere, non chiedere agli austroungsrici.