Wednesday, 21 August 2019 - 12:38
direttore responsabile Roberto De Nart

Stazione ferroviaria di Sedico in comodato al Comune per attività associative e turistiche

Dic 19th, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

 

stazione sedico bribanoUna serie di locali ed edifici della stazione ferroviaria di Sedico passeranno in comodato gratuito al , che utilizzerà gli spazi per ospitare attività istituzionali, soprattutto riferite al turismo, ed associative. E’ quanto prevede il contratto di comodato sottoscritto a Venezia da Rete ferroviaria Italiana, proprietaria degli spazi in questione, dal segretario comunale di Sedico e dall’assessore regionale alle politiche della mobilità del Veneto Renato Chisso.

Saranno ceduto in uso all’amministrazione comunale una porzione del Fabbricato Viaggiatori sita al piano terra, due appartamenti siti al piano primo della stazione, , porzione del piazzale interno, l’ex casermetta lavori, l’ex magazzino merci – dogana e aree poste in adiacenza degli edifici.

“Questo tipo di affidamento in gestione è reso possibile sulla base dell’intesa formalizzata nel 2010 da Regione e Rete Ferroviaria Italiana – ha ricordato Chisso – per consentire alle comunità locali l’utilizzo di spazi di proprietà delle ferrovie non più necessari alle esigenze di servizio. In tal modo rendiamo un servizio ai cittadini e al territorio, evitando nel contempo l’abbandono e il conseguente degrado di strutture che, quando non presidiate, diventano oggetto di vandalismi e altro. Con RFI avevamo definito modalità di riutilizzo che potessero essere positive per tutti e sostanzialmente a costo zero: il contratto con il Comune di Sedico concretizza questa prospettiva a livello locale”.

Il documento firmato stamani prevede, tra l’altro, che ulteriori porzioni immobiliari che si rendessero disponibili potranno essere cedute con un ulteriore contratto. Il Comune dovrà custodire i beni “con la diligenza del buon padre di famiglia£ e provvedere a tutte le spese di ordinaria e straordinaria manutenzione, per il risanamento e quelle occorrenti all’uso ed impiego. Dovrà inoltre provvedere alla pulizia dei locali e delle aree ferroviarie di stazione aperti al pubblico, compreso lo smaltimento dei rifiuti, escluso lo sgombero della neve nelle aree aperte al pubblico, che per motivi di sicurezza dei viaggiatori rimane a carico di RFI. Provvederà inoltre all’apertura dei locali destinati al pubblico prima dell’arrivo del primo treno, ed alla loro chiusura dopo la partenza dell’ultimo treno. Per la durata del contratto, inoltre, il Comune esonera RFI dal pagamento delle somme dovute a titolo di TARSU/TARES e a rimborsare a RFI le somme percepite a titolo di IMU.

 

Share
Tags: , ,

Comments are closed.