Sunday, 25 August 2019 - 22:43
direttore responsabile Roberto De Nart

Spostato al teatro Giovanni 23mo l’incontro di venerdì con il ministro Delrio

Dic 11th, 2013 | By | Category: Appuntamenti, Cronaca/Politica, Pausa Caffè

L’incontro di venerdì 13 dicembre con il ministro per gli Affari regionali e le autonomie Graziano Delrio sul futuro della nostra provincia, si terrà alle ore 18:00 al teatro del Centro Giovanni 23mo in piazza Piloni a Belluno.

Anziché alla Sala De Luca come precedentemente annunciato.

Share

One comment
Leave a comment »

  1. Furbacchioni…cercate di confondere le idee vero? Ma mi sembra di aver capito che l’incontro tra Delrio e i Sindaci delle ore 16,00 di cui, guarda caso, non si parla nella comunicazione, si terrà in un rifugio antiaereo segretissimo costruito durante la seconda guerra mondiale dal Commissario Supremo Franz Hofer durante l’Alpenvorland (da non confondere con l’attuale Commissario straordinario Terminator Capocelli).
    Di questo rifugio non si conobbe mai l’esatta collocazione e sembra che solo ultimamente alcuni estimatori di cose passate, tali Reolon e De Menech, siano riusciti a troverne l’accesso. Era stato gelosamente tenuto sotto controllo da lacuni “templari” locali, Paolo Perenzin e Jacopo Massaro.
    Onde tenere nascosto il sito, verrà attuata un’operazione di copertura tramite messaggi inviati a più riprese per creare sconcerto tra l’opinione pubblica.
    Nel contempo, in mancanza di adeguata rete ferroviaria in loco, verranno predisposti alcuni autocarri piombati, con scritte fuorvianti, sui quali caricare i partecipanti, debitamente bendati, per portarli a destinazione.
    Qui giunti, ad essi verrà subito comunicato che, in assenza di collaborazione, si procederà alla decimazione degli stessi, mediante decurtazione subitanea del 99,99% delle dotazioni finanziarie comunali.
    Ma, dulcis in fundo, giunge notizia da parte dei canali della resistenza, che alcuni sindaci coraggiosi si opporrranno a tale possibile carneficina, opponendo strenua opposizione mediante apposito documento unitario che preventivamente avranno fatto giungere ai mass media ed alla popolazione.
    Già da questa sera messaggi cifrati hanno cominciato a circolare nelle tv locali e nel web.
    Si comunica altresì che per contrastare queste azioni, lo “stato d’occupazione” instaurato col concorso del “grande vecchio” ha in animo di procedere al più presto alla predisposizione di un DDl che applichi alle comunicazioni via web ed ai gestori delle stesse una tassa straordinaria per scoraggiare l’uso delle stesse (notizia dell’ultima ora).
    Nonappena saremo a conoscenza di luogo, percorsi, modalità di trasporto, ecc. provvederemo seduta stante a darne notizia ai patrioti resistenti perché si rechino senza indugio colà per liberare i sindaci li raggruppati perché lancino un appello di speranza alla popolazione.