Friday, 23 August 2019 - 18:30
direttore responsabile Roberto De Nart

Lunedì al Centro Giovanni 23mo lezione-spettacolo nel 50mo del Vajont

Dic 8th, 2013 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè

A Belluno lunedì 9 dicembre ore 20.30 Sala Teatro Giovanni XXIII

MEMORIA DI CLASSE

lezione/spettacolo nel 50° del Vajont con Maurizio Donadoni e gli studenti delle Scuole in Rete a cura di Andrea Battistini

L’Associazione culturale Tina Merlin e le Scuole in rete per un mondo di solidarietà e pace di Belluno con il contributo del Comune di Longarone concludono le iniziative del 50° anniversario della tragedia del Vajont.

Dopo il successo e le critiche positive ricevute per la serata al teatro Vascello di Roma nell’ambito della manifestazione internazionale Le vie dei festival e le tante richieste delle scuole che non sono riuscite a trovare posto nella sala teatro del Centro Giovanni XXIII nella rappresentazione precedente, il noto autore e attore Maurizio Donadoni con gli studenti-attori delle scuole in Rete di Belluno replicano la lezione-spettacolo, tratta dal lavoro teatrale dello stesso autore bergamasco Memoria di classe, con la regia di Andrea Battistini.

Lunedì 9 dicembre la performance del mattino sarà dedicata esclusivamente alle scuole (ancora una volta un eccesso di richieste per la capienza della sala, con molte classi necessariamente escluse) e alle ore 20.30, sempre al teatro del Centro Giovanni XXIII, sarà invece offerta alla cittadinanza. Il testo teatrale del 1991 di Maurizio Donadoni ripercorre la storia del Vajont. Rievocando la sua classe perduta, il maestro Tormen mette in scena una recita scolastica con la quale ripercorre l’intera vicenda.

Un vero e proprio collettivo narrante in ricordo dei tanti giovani portati via dall’acqua cinquanta anni fa e in memoria di tutte le vittime del Vajont, molte ancora insepolte, sacrificate sull’altare di uno sviluppo spacciato per progresso. Grande l’emozione suscitata negli studenti dalla precedente rappresentazione, che hanno particolarmente apprezzato come i propri compagni con serietà e impegno si siano prestati a rivivere e a dare voce a una delle più grandi tragedie non solo di questa provincia. Nello spettacolo serale l’ingresso è libero.

 

.

 

 

Share

Comments are closed.