Friday, 23 August 2019 - 18:16
direttore responsabile Roberto De Nart

Il Veneto brinda con il prosecco il primato nella viticoltura italiana. In occasione del Convegno espositivo Viticoltura enologia di Padova fotografata la realtà produttiva della Regione Veneto

Dic 3rd, 2013 | By | Category: Lavoro, Economia, Turismo, Prima Pagina

cin-cinIl Veneto si conferma la prima regione per la produzione di vino in Italia grazie anche a una superficie vitata stabile che supera i 77.600 ettari. Treviso è la provincia che detiene la più grande area coltivata ma è Verona che ospita la produzione del vino più significativa, con oltre 3,2 milioni di ettolitri prodotti. Queste sono le risultanze dell’analisi della viticoltura veneta realizzata in occasione del Convegno espositivo Viticoltura Enologia in programma a Padova il prossimo 12 dicembre.

Il Veneto si conferma la prima regione per la produzione di vino in Italia dall’analisi delle vendemmie degli ultimi 5 anni con un valore medio produttivo di 8.219.000 ettolitri che lo pongono saldamente al primo posto davanti a Emilia Romagna e Puglia, ferme rispettivamente a 6.524.000 e 6.230.000 ettolitri. Una viticoltura fortemente vocata alla qualità, con il 72% della superficie vitata destinata a vini DOC/DOCG e con una evidente caratterizzazione sui vini bianchi che rappresentano più del 66% della produzione una forte specializzazione provinciale.

“Il Veneto rappresenta la regione guida per la viticoltura italiana e un punto di riferimento anche per la qualità del vino prodotta. La scelta di Padova come sede del primo Convegno Espositivo Viticoltura Enologia vuole appunto significare la centralità di questa regione per il mondo vitivinicolo italiano. Durante i giorni della manifestazione tutti gli operatori della filiera avranno a disposizione docenti universitari, ricercatori ed esperti del settore per ricevere l’adeguato aggiornamento tecnico sulle sfide che oggi pone il mercato come la sostenibilità, l’internazionalizzazione e la protezione della territorialità del prodotto. Non è un caso l’ampia partecipazione al convegno dei consorzi di tutela della regione: Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG, Prosecco DOC, Vini Colli Berici e Vicenza, Vini Venezia, Bardolino DOC, Lessini Durello DOC, Montello e Colli Asolani, Bagnoli DOC, Soave DOC, Valpolicella DOC. Il convegno inoltre ha ricevuto il patrocinio di Veneto Agricoltura, di UPA – Unione Provinciale Artigiani di Padova, del Comune di Padova e del CIRVE-Centro Interdipartimentale per la Ricerca in Viticoltura ed Enologia dell’Università di Padova”, ha commentato Costanza Fregoni, coordinatore tecnico dell’evento. Con preghiera di citazione della fonte Convegno espositivo Viticoltura Enologia.

Share

3 comments
Leave a comment »

  1. pura peste con l’aggiunta di pesticida.

  2. E chi se ne frega?

  3. quante tonnellate di veleni irrorano questi “meritevoli imprenditori”?
    quanti danni provoca questo “primato” alla nostra salute e all’ambiente??