Friday, 23 August 2019 - 17:18
direttore responsabile Roberto De Nart

Schiamazzi dal Bar Opera disturbano gli spettacoli del Teatro comunale. L’associazione Amici del Teatro scrive al sindaco

Dic 2nd, 2013 | By | Category: Arte, Cultura, Spettacoli, Lettere Opinioni, Prima Pagina

teatro comunale notteEra successo anche nella precedente stagione teatrale che qualche volta la musica proveniente dal vicino Bar Opera si sovrapponesse alla rappresentazione teatrale in scena al Comunale.

Ma domenica sera, evidentemente, è stato superato il limite di tollerabilità.

Al punto che l’Associazione   coordinamento cittadini amici del Tib Teatro, a firma della presidente Annalisa Sommavilla,  è intervenuta con una lettera indirizzata al sindaco affinché simili episodi non abbiano a ripetersi.

 

 

Ecco il testo della lettera

 

Egregio Signor Sindaco di Belluno,

ieri sera, al Teatro Comunale della nostra città è andato in scena “Passione”, dramma di Testori, molto intenso e drammatico, tutto giocato solo sulle parole e sul loro profondo significato.

Purtroppo la vicinanza del bar “OPERA” e gli schiamazzi dei suoi avventori, hanno disturbato moltissimo la rappresentazione. Le urla provenienti dall’esterno, erano udibilissimi anche nel teatro e a nulla sono valsi i ripetuti richiami da parte degli addetti al teatro al fine di richiamare le persone ad un comportamento più civile.

Il clou si è avuto verso la fine dello spettacolo, in un momento di grande drammaticità: c’è stata una vera e propria esplosione di grida che hanno distolto sia la concentrazione dei due protagonisti, sia l’attenzione degli spettatori.

Alla fine dello spettacolo la stessa attrice Maddalena Crippa ha rivolto un appello dal palco ricordando a tutti noi presenti che il teatro comunale di Belluno è un edificio storico, un bene comune, la casa della cultura di cui andare orgogliosi: come è possibile la coabitazione a pochi metri di distanza e senza alcuna insonorizzazione di due luoghi così diversi tra loro?

E soprattutto com’è pensabile permettere schiamazzi sotto Porta Dojona durante le rappresentazioni teatrali?

La stagione teatrale non impegna il teatro 365 giorni l’anno: perché dunque non impedire il ripetersi di tali rumori nei giorni in cui il Comunale è occupato?

Questa situazione si ripete quasi tutte le volte in cui ci sono rappresentazioni teatrali.

Ciò è imbarazzante per una città come Belluno che da anni offre teatro di alta qualità, indegna per noi pubblico, offensiva per gli artisti ed il loro lavoro.

Contando sulla Sua sensibilità, La preghiamo di intervenire in modo da sanare questa incresciosa situazione.

Annalisa Sommavilla – presidente C.A.T. (Associazione coordinamento cittadini amici del Tib Teatro)

Share

One comment
Leave a comment »

  1. Così non si può andare avanti…