Sunday, 25 August 2019 - 21:56
direttore responsabile Roberto De Nart

Classifica del Sole 24 Ore. Cappellaro: “Bene il 4° posto, ma pesa la dotazione inadeguata di strutture”

Dic 2nd, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina
Gian Domenico Cappellaro presidente Confindustria Belluno Dolomiti

Gian Domenico Cappellaro presidente Confindustria Belluno Dolomiti

«Alla soddisfazione per l’ottimo quarto posto ottenuto dalla provincia di Belluno si aggiungono il rammarico e la preoccupazione per i risultati registrati in alcune misurazioni economiche, che confermano, ancora una, volta i problemi e le criticità del nostro territorio». Il presidente di Confindustria Belluno Dolomiti, Gian Domenico Cappellaro, commenta così la tradizionale classifica de “Il Sole 24 Ore” sulla vivibilità, basata su 36 indicatori articolati in sei capitoli. Belluno sfiora il podio, piazzandosi alle spalle di Trento, Bolzano e Bologna e guadagnando tre posizioni rispetto allo scorso anno.

«E’ sicuramente positivo che la nostra provincia si confermi tra le più vivibili d’Italia – afferma Cappellaro – anche perché questo potrebbe richiamare nuovi investimenti, se solo si risolvessero almeno in parte alcuni problemi ormai cronici. Primo fra tutti la dotazione assolutamente deficitaria di infrastrutture: siamo desolatamente agli ultimi posti, nonostante la forte vocazione turistica e industriale del nostro territorio. A questo proposito, viste le parole pronunciate ieri (domenica 1 dicembre) sia dal ministro Flavio Zanonato sia dal governatore Luca Zaia, vorrei dire che gli imprenditori bellunesi sono stufi delle solite promesse: visto che siete d’accordo, agite di conseguenza, sia sui collegamenti stradali, a partire dallo sbocco a nord, sia sulla specificità della Provincia. Per rilanciare la nostra economia servono azioni concrete non dichiarazioni d’intenti».

Tornando alla ricerca de “Il sole 24 Ore” il presidente di Confindustria Belluno Dolomiti sottolinea il discreto piazzamento di Belluno nella classifica della ricchezza prodotta (28. con oltre 26 mila euro pro capite), a fronte di un trend dei consumi assolutamente negativo. «Per quel che riguarda lo spirito d’iniziativa – conclude Gian Domenico Cappellaro – siamo ancora agli ultimi posti in Italia (104. posto) e anche la propensione a investire è piuttosto deludente (78. posto). Stesso discorso per la presenza di start up innovative, che ci vede nella parte bassa della classifica. Ci consoliamo con l’export e coi i dati relativi all’occupazione femminile, due punti di forza del nostro sistema economico».

 

Share

2 comments
Leave a comment »

  1. Siamo terzo mondo ormai.

  2. Se Belluno è al quarto posto sono seriamente preoccupato per il resto del paese. Sono da sempre convinto che queste classifiche siano delle autentiche scemenze.