Wednesday, 21 August 2019 - 12:28
direttore responsabile Roberto De Nart

GrandiosaMente 2013. Bilancio della seconda edizione della rassegna culturale di Limana

Dic 1st, 2013 | By | Category: Arte, Cultura, Spettacoli, Prima Pagina

GrandiosaMente LimanaSi è chiusa con domenica 24 novembre la Seconda Edizione della rassegna culturale di scienze ed arti GrandiosaMente – le infinite potenzialità della mente umana. Più di settecento i partecipanti.

Seconda edizione, 7 incontri, 10 ospiti relatori, più di 700 persone presenti agli incontri e innumerevoli spunti per renderci più consapevoli delle potenzialità di una delle più importanti risorse in nostro possesso: la mente umana.

GrandiosaMente, Rassegna culturale ideata dall’Assessore alla Cultura del Comune di Limana Giampietro Fant, chiude la sua edizione 2013 con successo, dopo due settimane di incontri, racconti, dibattiti, scoperte.

 

Grande afflusso già dalla prima serata di martedì 13 dedicata alla mente criminale. Diversi gli argomenti che hanno animato le serate limanesi dal 13 al 24 novembre. Oltre che di criminologia, si è parlato di tradizioni popolari, di fisica relativistica, di esperienze mistiche, di architetture capaci di generare benessere, di ingegno musicale, e di creatività artistica.

 

Molti i riferimenti alla cinematografia e interessante il ricorrere di alcuni input culturali condivisi (come ad esempio gli spunti tratti dalle “Città Invisibili” di Italo Calvino) nel corso delle diverse serate, a testimonianza del fatto che le arti e le scienze riescono a trovare molteplici punti di incontro e ad influenzarsi reciprocamente.

 

Sette appuntamenti che hanno portato a Limana più di settecento persone, molte da Belluno e dintorni, che hanno avuto modo di ascoltare le esposizioni di docenti universitari ed esperti su alcuni temi rilevanti e di dire la propria in un dibattito sempre corposo e stimolante. Una Seconda edizione molto soddisfacente, che quest’anno ha ottenuto anche il Patrocinio della Regione Veneto, e che lascia presagire un futuro florido, essendo peraltro sempre più acceso l’interesse a livello internazionale sullo studio della mente umana.

GrandiosaMente: le serate in breve

La Rassegna si è aperta martedì 13 con una serata dedicata alla mente criminale, tema di notevole interesse, affrontato dal PM Roberta Gallego attraverso un percorso di analisi legato alla cinematografia. Particolarmente sentita, poi, la serata del 19 novembre, dedicata alla neuropsicologia dell’esperienza religiosa, che ha visto come protagonisti il Professor Franco Fabbro, ordinario di Fisiologia presso l’Università di Udine, come relatore, e Don Rinaldo Ottone, come moderatore. Nonostante la complessità di un tema come l’esperienza mistica e l’uscita da sé, il pubblico ha seguito con interesse l’esposizione del Prof. Fabbro, caratterizzata da una doppia anima, inizialmente scientifica e, poi, sempre più legata ad un’interpretazione spirituale delle esperienze.

Un intervento degno di nota, poi, quello del bellunese Giuseppe Tormen (docente presso il dipartimento di Fisica dell’Università di Padova), capace di esporre in modo molto chiaro e a piccoli passi una teoria scientifica di importanza nodale per i moderni studi legati alla Fisica (ma non solo) e apparentemente di difficile comprensione: la relatività di Einstein.

Non ultimo per ricchezza di input culturali l’intervento dell’Architetto e Professore allo IUAV di Venezia Alberto Cecchetto, unitamente al moderatore arch. Franco Frison. Per poter immaginare una città come “felice”, ovvero capace di portare benessere a chi la vive, è necessario riformulare in modo intelligente e soprattutto creativo alcuni concetti chiave dell’architettura contemporanea, annichilita dai pesanti limiti imposti dalle norme urbanistiche consolidatesi negli ultimi anni.

Difficile condensare il significato delle serate in poche righe, essendo esse parte di un tentativo di indagine e interpretazione su alcuni temi nodali per lo studio e la comprensione del funzionamento della mente e dell’ingegno umani.

Grande la soddisfazione degli organizzatori. “C’e stato molto interesse per i temi proposti e lo si è visto sia dal numero di partecipanti agli eventi sia dai numerosi interventi e domande poste ai relatori, ed era proprio l’obiettivo che ci eravamo proposti, ovvero approfondire insieme al pubblico temi che riguardano l’ingegno umano” afferma la responsabile della Biblioteca e delle Attività Culturali del Comune di Limana Sonia Bogo.

Gli spunti offerti da questa edizione sono stati molti, e molte altre sono le possibilità di approfondimento offerte dal tema della rassegna, che auspichiamo di poter portare avanti in futuro, convinti – come ha sottolineato più volte l’Assessore Giampietro Fant, ideatore della Rassegna – “che la Cultura è Conoscenza, che la Conoscenza è Libertà e che la Libertà è il bene più prezioso per l’uomo”.

 

 

 

Share

Comments are closed.