Tuesday, 12 December 2017 - 19:37

Incentivi per gli F-gas. Soffiro Fontana (Confartigianato Belluno): “La proposta è risultata senz’altro apprezzata, vista l’adesione al bando”

Nov 28th, 2013 | By | Category: Lavoro Economia Turismo, Prima Pagina

 

confartigianato imprese bellunoIn tempi di crisi i contributi pubblici sono un bel aiuto. Quando poi arrivano alle aziende che hanno dovuto sostenere spese per adempimenti burocratici, l’opportunità è ancor più apprezzata. E’ questo il caso del bando, appena chiuso, della Camera di commercio di Belluno per gli F-gas, riconosciuti come i maggiori responsabili dell’inquinamento atmosferico.

L’Ente camerale – accogliendo l’esigenza delle aziende del comparto attraverso Confartigia-nato Imprese Belluno – per venire incontro alle spese sostenute dalle aziende di refrigerazione e condizionamento d’aria, installazione di pompe di calore e antincendio, nonché per la certificazione dell’impresa, ha messo a disposizione delle aziende della provincia un bel gruzzoletto di euro.

“L’opportunità è stata offerta – spiega Soffiro Fontana, presidente provinciale e nazionale dei Frigoristi di Confartigianato – per agevolare quelle aziende che entro lo scorso 11 giugno hanno dovuto provvedere all’iscrizione al Registro degli F-gas sopportando un impegno economico e organizzativo decisamente importante, pena l’esclusione dall’esercizio dell’attività”.

“La proposta è risultata – aggiunge Soffiro Fontana – senz’altro apprezzata, vista l’adesione al bando”. Sono circa un quarantina, infatti, le aziende che hanno presentato domanda di contributo. Di queste oltre una metà sono state assistite dal servizio per gli Impiantisti attivato da Confartigianato Imprese Belluno presso il Centro Consorzi di Sedico.

In pratica dagli uffici di Confartigianato sono partite domande per poco meno di una ventina di migliaia di euro, che riceveranno un contributo pari al 40 per cento (fino a un massimo comunque di 800,00 euro).

“E’ un segnale importante – commenta ancora Fontana – quello che arriverà alle aziende, frutto dell’attenzione dell’Associazione verso le aziende, ma pure dell’impegno dell’Ente camerale che ha dimostrato vicinanza alle imprese prevedendo l’erogazione anche di importi limitati, non finanziabili con altre agevolazioni”.

 

Cosa sono gli F-gas ?

I gas fluorurati – i maggiori responsabili dell’inquinamento atmosferico – sono gli idrofluorocarburi (HFC), gli iperfluorocarburi (PFC) e l’esafluoruro di zolfo (SF6). Si tratta di gas estremamente persistenti nell’atmosfera, i cui effetti durano a lungo dopo la loro emissione.

Le persone, le imprese e gli organismi coinvolti nel ciclo di vita dei gas-fluorurati devono essere iscritte al Registro telematico nazionale dei Gas-fluorurati

In seguito al protocollo di Kyoto l’Unione Europea si è impegnata a ridurre le proprie emissioni di gas a effetto serra e il 5 maggio 2012 è entrato in vigore il DPR 27.1.2012 n. 43, che disciplina le modalità di attuazione del regolamento 842/2006 CE. Tale regolamento, in vigore dal 4 luglio 2007, stabilisce requisiti specifici per le varie fasi dell’intero ciclo di vita dei gas fluorurati, dalla produzione sino a fine vita.

Sono interessati dal regolamento vari soggetti coinvolti nel ciclo di vita dei gas fluorurati, tra cui produttori, importatori ed esportatori di tali gas, nonché fabbricanti e importatori di taluni prodotti e apparecchiature contenenti F-gas e operatori.

Sono obbligati a iscriversi al Registro: gli organismi di certificazione designati dal Ministero; gli organismi di valutazione della conformità in possesso del certificato di accreditamento; le persone e le imprese coinvolte.

Persone e imprese, per poter svolgere l’attività, devono ottenere un certificato rilasciato dagli organismi di certificazione accreditati da Accredia e anch’essi tenuti ad iscriversi al registro.

 

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.