Monday, 11 December 2017 - 17:21

Specificità per Belluno. Reolon ringrazia: “Una conquista importante, ma il prossimo passo è il Parlamento”

Nov 27th, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina
Sergio Reolon

Sergio Reolon

Oggi pomeriggio la Commissione Affari Costituzionali della Camera dei Deputati ha approvato il riconoscimento della specificità delle provincie interamente montane e confinanti con Paesi Esteri, tra cui Belluno, nell’ambito del provvedimento “Disposizioni sulle Città Metropolitane, sulle province, sulle unioni e fusioni dei Comuni”.

“C’è grande soddisfazione per questo risultato – afferma il consigliere regionale del Pd Sergio Reolon – questo risultato è frutto di un grande lavoro di squadra dei rappresentanti del Pd. Ora bisogna continuare a lavorare perché passi anche in Parlamento”.

“Questo provvedimento nazionale è arrivato anche grazie all’inserimento dello statuto del Veneto della specificità e delle condizioni particolari di autonomia riconosciute dalla provincia di Belluno – spiega il consigliere bellunese – è stata fondamentale la determinazione, la continuità e la coerenza con cui le abbiamo sostenute in questi anni. Questa decisione della commissione consente di dispiegare pienamente le potenzialità dello statuto e di fare della provincia una provincia speciale”.

“Ringrazio Roger De Menech e Gianclaudio Bressa per aver portato avanti questa iniziativa ed essere arrivati a questo punto. Il prossimo obiettivo – ribadisce Reolon – è passare in Parlamento”.

 

 

Share

6 comments
Leave a comment »

  1. Se Reolon fosse rimasto a Soverzene al convegno delle Acli fino alla fine, ora non ringrazierebbe Gianclaudio Bressa.
    Reolon sa benissimo a chi è dovuto quell’emendamento.
    La Storia lo dirà chiaramente.

  2. Non è elettiva, quindi non conta un cavolo. Che balle si raccontano?

  3. Macché risultato?

    Non è elettiva
    Non ha soldi
    Non può decidere NULLA
    Il presidente lo fa GRATUITAMENTE

    MA CHI PRENDENTE IN GIRO?

  4. Solo Reolon, mi spiace che De Menech si accodi speravo di più da lui, può cantare vittoria di fronte a questa ennesima porcata, d’altro canto fa lo stesso da due anni in comagnia di Bond per l’art 15 dello statuto regionale. Questi sono solo dei grandi allevatori di bufale!!! Vedete voi bellunesi se volete continuare a farvi incornare…per non dire un’alra cosa più volgare che comunque finisce in “…are”. Mi pare tra l’altro di notare una convergenza tra PDL/Forza Italia e PD. Come vanno d’accordo pur di non perdere la magnadora. L’esperienza GSP BIM evidentemente li accomuna e li associa nel dominio del territorio. Pochi piccoli sindaci messi a governare un grande territorio che rispondono ai referenti politici regionali e nazionali da cui prendono ordini. Bella prospettiva si apre tra le Dolomiti bellunesi a confine con Trento e Bolzano, invece sempre più libere ed autonome, anche con la possibilità di governare il regime fiscale a favore dei cittadini e delle imprese. Siamo alla rovina ma sappiamo chi ringraziare, lo dice anche il presidente di Assindustria…finalmente sveglio.

  5. Reolon, oltre a fare comunicati di autoincensamento, potrebbe rispondere a questi ed altri dubbi?

  6. Non siamo mica 60 anni fa, con la gente analfabeta!

    Se questo è un successo, Reolon, allora quello di Trento e Bolzano è un capolavoro di diplomazia da studiare ad Harvard.

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.