Monday, 23 October 2017 - 10:00

Un Manifesto per salvare le Alpi. Reolon: “Abbandoniamo la retorica per stabilire nel concreto le politiche adeguate per consentire alle Alpi di sviluppare tutte le proprie potenzialità”

Nov 18th, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore
Sergio Reolon

Sergio Reolon

Un Documento per salvare le Alpi. E’ stato voluto fortemente da Sergio Reolon insieme al gruppo di parlamentari del Pd dell’Arco Alpino, comprese le province a statuto autonomo di Trento e Bolzano, con la collaborazione di Irma Visalli e Lidia Maoret; l’iniziativa fa in modo che il Partito Democratico assuma la questione alpina come di primaria importanza nazionale ed europea; per questo motivo verrà presentata al Presidente del consiglio Enrico Letta, oltre che alla Camera e al Senato.

L’iniziativa del gruppo parte dalla constatazione del pericolo che corrono i territori alpini. Le Alpi sono a rischio collasso, per la loro natura complessa e per le difficoltà ad adattarsi al veloce cambiamento del mercato; serve un supporto irrevocabile da parte dell’Italia e delle stesse regioni.

Il Consigliere Regionale del Pd Sergio Reolon sottolinea l’importanza della questione alpina: “Le Alpi sono a rischio di morte, è prioritario agire subito e abbiamo bisogno dell’impegno nazionale e della completa disponibilità delle regioni per garantire: sicurezza, opportunità occupazionali e scambio con i territori circostanti”

Il documento è stato presentato oggi a Milano nel corso di una conferenza stampa nella sede della Regione Lombardia, presente Segio Reolon e il segretario provinciale del Pd, Erika Dal Farra. Il documento è il risultato di un lavoro di oltre due anni ideato dal Partito Democratico che pone al centro dell’attenzione le realtà alpine in un panorama nazionale ed europeo e non più solo locale e settoriale.

Il documento delle Alpi inserisce a pieno titolo la questione alpina in un quadro più ampio, attuando un processo decisionale chiaro e stabilendo i ruoli di tutte le parti, contribuendo a creare una strategia macro-regionale che il Pd auspica venga approvato dal Consiglio Europeo il 18 e 19 Dicembre.

“L’obiettivo primario della politica – afferma ancora Reolon – “è riconoscere non solo le funzioni turistiche e ambientali dei territori alpini, ma tutte le opportunità che derivano dai grandi cambiamenti sociali, economici e ambientali della fase in corso; Il Manifesto, mette in primo piano, in particolare la questione dell’auto-governo attraverso il riconoscimento di tutte le potenzialità alpine”

 

Share

8 comments
Leave a comment »

  1. Il veneto che c’entra, scusi? C’entra solo Belluno.

  2. Tipico di chi non riuscendo a combinar nulla a livello locale sposta l’obbiettivo più in alto….
    Fino a ieri ci diceva che l’art. 15 del nuovo Statuto veneto ci avrebbe salvati, ora retromarcia.
    Parole…parole…parole…soltanto parole.

  3. A me sembrano le solite chiacchere.

    Nel frattempo reolon:
    ha bloccato i referendum
    ha bloccato le manifestazioni
    si oppone a tutto quello non sia del PD
    non fa nulla per l’autonomia.

  4. […] viene sempre il momento della gloria, il momento in cui si deve “abbandonare la retorica“, il momento in cui la fuffa di […]

  5. Un “manifesto” in quanto tale dovrebbe essere “esposto” ma non si trova da nessuna parte nemmeno sul sito di Reolon. Se tutto quello che è dato di sapere è questo comunicato stampa, in cui si citano solo alcuni nomi, dà l’idea di una faccenda interna tra correnti al partito.

  6. Le solite chiacchiere. Avevo pensato che Renzi lo volesse rottamare, invece è salito anche lui sul carro dei rottamatori. Quando si dice PD …

  7. Fermatelo. Rottamiamo il renziano Reolon. Ne ha combinate a sufficenza.

  8. Ma ancora c’è gente che crede che cambino le cose? La Vissalli, era Reolon, ha preso società da Roma per il PTCP. Ieri hanno riconosciuto 30000 euro di produttività per i lavoratori di palazzo Chigi perchè usano le email. I trentini hanno quello che hanno perchè se lo sono conquistato a suon di bombe. Noi siamo dei coglioni. Tutti a sentire l’On. De Menech in sala affreschi, colloquio con i suoi ex colleghi, per dire che ……. Del Rio è un gran figon e ci sistemerà tutti. Ma andate tutti a cagare va.

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.