13.9 C
Belluno
sabato, Giugno 6, 2020
Home Lavoro, Economia, Turismo Mauro Formenti, Confindustria Belluno Dolomiti: Il collegamento a Nord è fondamentale...

Mauro Formenti, Confindustria Belluno Dolomiti: Il collegamento a Nord è fondamentale per la competitività del territorio.

Mauro Formenti
Mauro Formenti

La strada della ripresa economica porta a nord. Confindustria Belluno Dolomiti ribadisce, con forza, la necessità di realizzare il così detto sbocco a nord, vale a dire il collegamento viario con l’Europa. E lo fa, in particolare, con Mauro Formenti, da poco riconfermato presidente della Sezione Industrie dei Trasporti.

«Di fronte alle crisi aziendali di questo periodo – spiega – si parla molto della necessità di rendere più competitivo il nostro territorio, unico modo per favorire le imprese locali e per disincentivare chi, sia pure a malincuore, pensa di andarsene. Anche il nostro presidente Gian Domenico Cappellaro ripete, ad ogni occasione, che servono urgentemente riforme strutturali, come il taglio della spesa pubblica e del costo del lavoro, il ridimensionamento della burocrazia e la riforma di una giustizia che ha tempi lunghi e incerti. Ma la nostra provincia, per poter reggere la concorrenza dei territori limitrofi, necessita anche di nuove infrastrutture, ad iniziare proprio da un collegamento diretto con quell’Europa che, per molte nostre aziende, è ancora il mercato di riferimento. Ciò permetterebbe, tra l’altro, di distribuire i nostri prodotti con costi minori, aumentando di conseguenza la nostra competitività».

Ma i benefici per l’area bellunese sarebbero anche altri. «Dopo ogni crisi – afferma ancora Mauro Formenti – la ripresa economica è alimentata dalla realizzazione di opere pubbliche. Noi ci troviamo proprio in una situazione di crisi diffusa e, in più, abbiamo l’esigenza di realizzare un collegamento diretto e più veloce verso nord. Rinunciare a quest’opera significherebbe, perciò, privarsi di un fondamentale volano di sviluppo per il manifatturiero, per l’edilizia e per il turismo».

Ma il problema della carenza infrastrutturale va ben al di là del collegamento a nord e pesa in modo significativo sul settore trasporti e, più in generale, sul sistema economico provinciale e nazionale. «Il nostro comparto – sostiene Mauro Formenti – vale da solo diversi punti di prodotto interno lordo, ma in questo momento sta soffrendo a causa non solo della crisi, ma anche del costo del lavoro eccessivo e di norme comunitarie che ci penalizzano in modo particolare. Ad esempio, per una percorrenza di cento mila chilometri all’anno, a parità di condizioni per il dipendente, un veicolo in Germania impiega 170 ore in meno che in Italia. E questo soprattutto a causa della condizione delle strade. La situazione della nostra provincia, poi, è anche peggiore. Basti pensare al tempo necessario per percorrere il tragitto che va dall’uscita dell’A27 all’imbocco della Valsugana, l’altra direttrice importante. Anche una strada a scorrimento veloce della Valbelluna sarebbe un’altra opera fondamentale per la competitività del territorio».

«Chiunque abbia a cuore l’occupazione – conclude il presidente della Sezione Trasporti – non può essere ideologicamente contrario alla realizzazione di quelle infrastrutture che attendiamo da anni, perché strategiche per la crescita economica della nostra provincia». «Parliamo spesso di innovazione – concorda Domenico Limana, componente della giunta esecutiva di Confindustria Belluno Dolomiti con delega alle infrastrutture – come soluzione ai problemi delle nostre aziende, ma poi ci troviamo ad operare in una realtà che ha strade obsolete e assolutamente inadeguate. Realizzare nuove opere è dunque indispensabile per la competitività del nostro territorio».

IL CONSIGLIO DIRETTIVO DELLA SEZIONE – Con il confermato presidente Mauro Formenti della Formenti Trasporti Srl, fanno parte del Consiglio della Sezione Industrie dei Trasporti: Sandro Da Rold della Da Rold Srl (vicepresidente), Cesare Cassol della Cassol Srl, Stefano Da Rold della Aba Srl e Marco De Peron della Schenker Italiana Srl.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

L’Arma dei carabinieri festeggia il 206mo anniversario dalla fondazione

Ricorre oggi il 206° annuale di fondazione dell’Arma dei Carabinieri, che quest’anno assume un significato ancora più profondo in quanto coincide con il centenario...

Tre posti di agente di polizia locale a Belluno. Domande entro il 6 luglio

Il Comune di Belluno ha indetto un concorso pubblico, per esami, per l'assunzione a tempo pieno e indeterminato di tre agenti di Polizia locale,...

Promozione turistica. Gestione IAT di piazza Duomo e Infopoint in Nevegal al Consorzio Dolomiti Prealpi

Sarà il Consorzio Dolomiti Prealpi a gestire le attività di informazione e promozione turistica attraverso l'ufficio di Piazza Duomo e l'Infopoint del Nevegal. Cinque le...

L’Ulss Dolomiti acquista 12 ecografi

L’Ulss Dolomiti ha deliberato l’acquisto di 12 ecografi per un valore totale di oltre 785.000 euro IVA compresa. L’Ulss Dolomiti ha aderito alla gara indetta...
Share