Monday, 18 December 2017 - 03:07

Manifestazione organizzata dai sindaci, sindacati, Rsu e lavoratori domenica a Mel in difesa dello stabilimento ACC Compressor

Nov 7th, 2013 | By | Category: Appuntamenti, Lavoro Economia Turismo, Prima Pagina, Società, Istituzioni

Visto il perdurare della difficile situazione che sta interessando in questo momento l’ACC di Mel, causa l’inerzia degli istituti di credito di sciogliere le loro riserva in ordine ai finanziamenti inderogabili e indilazionabili per consentire ad ACC Compressors di realizzare i suoi programmi produttivi, il Sindaco di Mel ed i Sindaci dei 16 Comuni nel cui territorio risiedono lavoratori attualmente impiegati presso l’ACC, le OO.SS. provinciali, le RSU di Stabilimento ed i lavoratori stessi organizzano una manifestazione che si terrà

Domenica 10 Novembre alle ore 11 in Piazza Papa Luciani a Mel.

Acc Compressor MelL’ACC di Mel è uno degli stabilimenti sorti a seguito della tragedia del Vajont e che, nel corso degli anni, ha garantito l’occupazione di migliaia e migliaia di bellunesi ed ha sempre rappresentato un punto strategico nel panorama nazionale ed internazionale della piattaforma dell’elettrodomestico e nella tecnologia del freddo. La comunità bellunese dev’essere pronta a un’imponente mobilitazione per difendere uno dei pilastri della sua storia industriale, tanto più rilevante in un momento in cui l’intero destino della filiera dell’elettrodomestico è messo a repentaglio dalle scelte unilaterali delle multinazionali del settore.

Per l’occasione sono stati invitati tutti i Sindaci della Provincia che saranno chiamati a sottoscrivere un documento per difendere l’occupazione in Provincia di Belluno, rilanciare il polo italiano dell’elettrodomestico attraverso un forte intervento del Governo in quanto sarebbe impensabile la perdita di questo patrimonio industriale, sollecitare gli Istituti di Credito a sostenere il lavoro, soprattutto nel caso di aziende ed attività economiche in grado di garantire un’occupazione ed un futuro al nostro territorio.

Al fine di lanciare un segnale di grande attenzione per il nostro territorio provinciale, auspicando che da questa sensibilizzazione scaturiscano riflessi positivi nella trattativa in corso tra il Ministero e gli Istituti di Credito, è assolutamente importante che venga assicurata la più ampia presenza delle Istituzioni oltre che dei lavoratori, dei loro familiari e della popolazione tutta.

 

Share

5 comments
Leave a comment »

  1. credo che se la regione veneto oltre a parlare attraverso il suo assessore firmasse la fideiussione alle banche ,queste darebbero subito i soldi per rilanciare MEL.Lo ha fatto altre volte nel passato attraverso la sua finanziaria veneto sviluppo,come mai ora non lo fa??????????????????è più facciole fare annunci e ciacole

  2. La questione ACC é una vicenda che investe tutto il territorio. Spero che i Sindaci del bellunese mobilitino la popolazione perché é necessario che il territorio dimostri, non solo a parole ma con la presenza fisica dei suoi cittadini, la vicinanza alle maestranze della ACC. Perdere pezzi così importanti della manifattura bellunese mettee a rischio tutto il territorio e il comportamento tenuto dagli operatori del credito, che sul bellunese hanno costruito per anni pingui bilanci e ora si defilano, é inqualificabile.
    Qui é in gioco la dignità dei lavoratori costretti a girar per sportelli bancari come fossero mendicanti mentre essi chiedono solo lavoro, non carità.
    Domenica a Mel, davanti a quella fabbrica per anni simbolo della rinascita di una intera provincia dobbiamo far vedere che il popolo delle Dolomiti possiede ancora quella caratteristiche che contraddistinguono i popoli della montagna bellunese. Solidarietà verso i lavoratori e coraggio per battersi perché questa é una battaglia che deve essere vinta. Noi del BARD ci saremo !

  3. Basta ciacole dal Veneto.

    Domenica tutti i Bellunesi presenti per sostenere i lavoratori dell’ACC.

  4. PS: devono venire tutti i sindaci bellunesi! non solo quelli della valbelluna!

  5. Domenica tutti i Bellunesi che amano il proprio territorio e la propria Comunità devono essere in piazza a Mel.

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.