Friday, 15 December 2017 - 11:58

Province e città metropolitane. Muraro (Upi Veneto): “Giusto che la provincia di Belluno chieda autonomia”

Nov 5th, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

SedicoSabato scorso la sala del Palazzo dei Servizi di Sedico ha ospitato il convegno sul tema “Province e città metropolitane: luci e ombre di una riforma”, con approfondimenti dal punto di vista economico, storico, giuridico con rappresentanti del mondo universitario ma anche di chi opera direttamente nell’ente provincia.

Il convegno “Province e città metropolitane”, coordinato dal giornalista Michelangelo De Donà, intendeva riportare all’attenzione la necessità di non ignorare il problema di una riforma organica delle autonomie locali. Particolarmente incisiva l’introduzione del presidente dell’UPI Veneto Leonardo Muraro che ha parlato di un sistema dove non si riesce a dare risposte ai cittadini e a prevedere una pianificazione delle funzioni per lo sviluppo del territorio.

I provvedimenti di questo governo sono un lavarsi la coscienza pensando che le province siano il tema principale per i tagli ai costi della politica e si è pensato di colpire le autonomie locali ritenute responsabili del debito pubblico; in realtà il 68% del costo dello Stato è dei ministeri, il 24% delle Regioni, le briciole sono dei comuni e delle province. Muraro ha inoltre fatto riferimento alla situazione della provincia di Belluno: “due anni di commissariamento lo sentiamo bene, servono 15 milioni di euro per la manutenzione delle strade e il commissario non ne risponde, serve anche trovare un’integrazione a questi fondi”.

Sono seguite quattro relazioni: “Province e Città Metropolitane: una confusa riforma italiana” con Maurizio Mistri dell’Università degli Studi di Padova; “La Provincia tra Otto e Novecento: profili istituzionali” con Elisabetta Colombo dell’Università degli Studi di Pavia; “Province e Città Metropolitane: è un progetto di vera riforma?” il titolo dell’intervento tenuto da Carlo Rapicavoli, direttore generale della Provincia di Treviso e segretario generale dell’UPI Veneto; infine il tema “Il territorio delle Province: tra riordini complessivi e riordini puntuali” è stato sviluppato da Daniele Trabucco dell’Università degli Studi di Padova.

La conclusione dei lavori è stata affidata a Margherita Cogo, consigliere provinciale della Provincia autonoma di Trento. L’iniziativa è stata organizzata da Upi Veneto, Centro Studi Bellunese, Fondazione Valle di Seren Onlus, Comune di Sedico, in collaborazione con CFPME Belluno e Ordine dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati. Tra le autorità erano presenti oltre al vicesindaco di Sedico Roberto Maraga e al presidente del Centro Studi Bellunese Antonio Barattin, il sen. Piccoli, i consiglieri regionali Bond e Reolon, il presidente dell’Uncem Veneto Vigne.

 

 

 

 

 

 

Share

2 comments
Leave a comment »

  1. Tessarollo (ed il M5S) non sono ancora intervenuti con qualche copia/incolla. Comincio a preoccuparmi.

  2. Anch’io!!

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.