13.9 C
Belluno
sabato, Maggio 30, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti V Festival diffuso Veneto: Spettacoli di Mistero. Auronzo, Trichiana e Mel vivono...

V Festival diffuso Veneto: Spettacoli di Mistero. Auronzo, Trichiana e Mel vivono il mistero tra storie di santi, spose rapite e streghe dei boschi

mistero-130x130In Nel fine settimana di Ognissanti tre importanti appuntamenti per riscoprire leggende del territorio e vivere in modo nuovo luoghi spettacolari del Bellunese: tra l’evocazione dei riti sabbatici delle Cavarnere e la storie di amori e vendette al Castello di Zumelle. In tutto il Veneto questa settimana oltre venti date da scoprire su www.spettacolidimistero.it.

Perché ad Auronzo ai bambini si dice: “Magna magna che te vies gran e te va a ciapà l’orse de San Luguan” (“Mangia, mangia che poi diventi grande e vai a catturare l’orso di San Lucano”)? Lo si potrà scoprire Venerdì 1 Novembre, dalle 20,30 quando al Cinema Kursaal di Auronzo, andrà in scena: Storie di Santi, la leggenda di San Lucano. Il santo, vescovo locale, si oppose alla caccia ad un orso che scorrazzava nella valle dell’Ansiei, tanto era il suo amore per il creato. Affrontò da solo il mastodontico orso e con l’intercessione divina lo addomesticò portandolo in paese. Una statua del Vescovo, da allora eletto protettore, è ben visibile sopra l’entrata della Chiesa di San Lucano a Villapiccola a lui intitolata per questo gesto. Questa e tante altre storie bellunesi di Santi e leggende popolari saranno rievocate nella serata. L’ingresso è gratuito.

Sempre Venerdì 1 Novembre, alle 17,30 e alle 18,30 (due turni), l’appuntamento è anche a Nate di Trichiana la frazione dove la leggenda vuole che si consumassero i sabba di un gruppo di streghe. Alle luci delle torce si entrerà nel bosco fino ad arrivare ad un gruppo di faggi secolari disposti in circolo: qui nelle notti senza luna le streghe Cavarnere si ritrovavano per i loro rituali satanici. Ma tradizione orale bellunese ha tramandato anche figure come il Mazarol, le Anguane, l’om Salvarec, il Basaisc… Attraverso una passeggiata notturna nei boschi di faggi, carpini e abeti, si avrà la possibilità di apprezzare racconti che parleranno di storia, tradizioni, cultura e gastronomia. Tutto accompagnato dalla degustazione di alcuni piatti tipici bellunesi, lungo un semplice percorso di circa 5 chilometri. Cavarnere, voci e silenzi dei Boschi è un evento a prenotazione obbligatoria: Info Pro Loco 366 1091084. (in caso di maltempo l’evento è rinviato al 2 Novembre).

Domenica 3 Novembre un altro appuntamento da non perdere per scoprire uno dei luoghi più affascinanti del Bellunese il Castello di Zumelle a Mel. La sua struttura conserva ancora il fascino e l’atmosfera del Medioevo e le sue pietre e i suoi ambienti fanno rivivere le gesta di signori, dame e cavalieri che lo abitavano e la vita quotidiana che si viveva all’interno delle mura. Qui si potrà vivere una intera giornata di eventi: dalle 14,30 inizieranno le visite guidate al castello per grandi e piccoli, alle 15,30 i laboratori creativi per realizzare manufatti d’uso comune nel Medioevo, dalle 16,30 la rappresentazione teatrale La Sposa Rapita. Storia e leggenda si fondono nel raccontare le vicende del castello: fu costruito intorno al 740 d.C. da Genserico segretario della regina degli Ostrogoti, Amalasunta, che venne uccisa a Bolsena dal suo sposo Teodato. Genserico fuggì con la dama di corte della regina Eudossia e si stabilì a Mel assumendo il titolo di Conte. Dal loro amore nacquero due gemelli: Iusprando e Goffredo (da loro prese il nome il castello: Zumelle significherebbe infatti gemelli). Le storie della loro discendenza si intrecceranno amori e vendette sanguinose: come il rapimento da parte di Murcimiro della giovane Atleta, promessa sposa al Conte di Feltre. L’ingresso è gratuito, per info: Pro Loco Zumellese 3485966824.

Con la settimana di Ognissanti entra nel vivo in tutta la regione la quinta edizione del Festival diffuso interamente dedicato ai luoghi leggendari e misteriosi della Regione. Organizzato dall’UNPLI con le sue Pro Loco e promosso dall’Assessorato all’Identità Veneta della Regione Veneto, ha un cartellone ricchissimo di 250 eventi in 80 località (oltre una ventina gli appuntamenti in questa settimana). Al centro del programma, che si chiuderà il primo Dicembre, ci sarà l’evento veneziano del 15 Novembre (all’Ateneo Veneto) con lo scrittore Carlo Lucarelli, testimonial di questa V edizione. Tutte le informazioni sugli spettacoli sono disponibili su www.spettacolidimistero.it o sulla fan page Facebook, dove trovare info anche sul concorso fotografico “Scatta…l’ora del Mistero”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Oltre trenta elaborati per il logo del Fondo Welfare. De Biasi: «A breve il vincitore. Una mostra con tutti i lavori»

Partecipazione oltre le attese: sono circa una trentina gli elaborati giunti in Provincia per il concorso di idee per il logo del Fondo Welfare...

Zaia anticipa il governo e allenta la morsa. Mascherine solo al chiuso. Ecco la nuova ordinanza in vigore da lunedì 1° giugno

Con ordinanza n. 55 del 29 maggio 2020, in vigore da lunedì 1° giugno, il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia ha modificato...

Assessore d’Emilia ai commercianti del centro: «Disponibili a sostenere il Consorzio con Distretto del Commercio. Ci dicano le loro priorità»

«Siamo pronti a venire incontro alle necessità dei commercianti del Consorzio Centro Storico, basta che ci indichino le loro priorità e lavoreremo all'interno del...

Rigenerazione del Parco fluviale di Lambioi. Frison: “Ok da Roma alla modifica del progetto”

Via libera da Roma alla modifica del progetto di rigenerazione urbana del Parco di Lambioi: è infatti arrivata la tanto attesa nota del segretario...
Share