Thursday, 14 December 2017 - 15:19

Elezioni ed autonomia. Oltre 200 bellunesi sabato sera per i falò simbolici sulle cime

Ott 27th, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Bard fuochi autonomia50 gruppi e più di 200 bellunesi sono saliti sulle cime delle nostre montagne sabato sera per chiedere elezioni ed autonomia. Dal Feltrino (con 5 fuochi) al Comelico, dalla Valbelluna al Cadore e tutto lungo l’Agordino, alle 19:30 i vari gruppi, si sono dati appuntamento per regalare uno spettacolo di partecipazione e di grande valore emotivo e simbolico che ha unito tutto il Bellunese.

Il fuoco sulle cime, lungo le creste di confine indica un territorio, ma allo stesso tempo crea un collegamento visivo e simbolico tra le le valli e si espande ai territori vicini.

Il messaggio è chiaro – spiegano gli organizzatori della manifestazione –  esistiamo e chiediamo che vengano dati al bellunese ed ai popoli delle Dolomiti quello di cui abbiamo bisogno, istituzioni democratiche e gli strumenti per poterci governare non da cittadini di serie B, ma con la stessa dignità dei cittadini di Trento e Bolzano.

L’evento si ripeterà ogni anno l’ultimo fine settimana di ottobre. Ci auguriamo che il prossimo sia l’occasione per celebrare l’Autonomia ormai ottenuta.

L’evento è stato seguito in live-blogging su Facebook, luogo nel quale i gruppi hanno pubblicato le proprie foto

Share

20 comments
Leave a comment »

  1. L’unico metodo erano le dimissioni di massa di tutti i sindaci della provincia, ma ancora una volta abbiamo dimostrato di non avete le palle.
    Queste iniziative vanno bene per le castagnate.

  2. Cleber siccome tu sarai stato a casa con il culo sul divano mentre più di 200 bellunesi facevano questo anche per te, chiedi scusa e stai zitto.

  3. W il BARD e W l’autonomia

  4. W BARD

  5. @ Francesco
    io per l’esattezza ero a Milano per lavoro.
    Non ho il tempo che hai tu.

  6. comunque stiamo dalla stessa parte.
    La differenza è che io vado al concreto.
    Al contrario non ho mai visto una manifestazione in Italia che portasse a qualcosa, figuriamoci cosa gliene frega di noi 4 gatti

  7. Il prossimo anno avremo solo la povertà.

  8. @Cleber. Mi fa picere sentire che stiamo dalla stessa parte. Quindi non facciamo come i polli di Renzo che si beccavano tra loro mentre andavano verso la cucina di Azzeccgarbugli per essere spellati.
    Se hai idee migliori perché non le proponi? E’ dal confronto e dalla varietà di opinioni che potremmo trovare la soluzione migliore.

  9. @chipaga.
    Scusa, ma sforzati di leggere: dimissioni di massa di tutti i sindaci della provincia.
    Semplice e attuabile in 5 minuti.

  10. La proposta di dimissioni di massa è una scusa. Lo sai che non lo faranno e lo usi per dimostrare la tua tesi.
    Dimmi cosa faresti tu, invece.

  11. @Cleber. Io normalmente sono ottimista, ma in questo caso la vedo un pò dura mettere d’accordo 69 sindaci. E’ pur vero che ne basterebbero alcune decine, ma anche in quel caso…Ma se hai un’idea precisa, esponila per favore.

  12. @francesco
    non ho capito: è una scusa di chi? sei un pò confuso.

    @chipaga?
    semplice, si fa (magari anche attraverso un giornalista) un sondaggio a tutti e 69 :
    Lei Signor Sindaco XY sarebbe disposto a dare le sue irrevocabili dimissioni per protesta verso la politica nazionale e regionale contro la DISCRIMINAZIONE attuata verso la Provincia di Belluno? SI o NO

    Se c’è una buona adesione (40-60%) si firma la lettera d’intenti e si danno le dimmissioni.
    In ogni caso vediamo chi è con i bellunesi e chi con le poltrone.
    Il BARD dovrebbe farsene portavoce.

  13. Proponi qualcosa di concreto che puoi fare TU.

  14. perchè, tu di concreto cosa hai fatto? ti sei legato con le catene in Piazza dei Martiri? Mi è sfuggita la notizia sui quotidiani…

    Dai, facciamo i seri, niente bambinate.
    Penso che il sondaggio con dimissioni conseguenti sia di peso ben maggiore dell’ottimo referendum provinciale proposto a suo tempo dal BARD.
    Anzi, mette lo STATO AL MURO.

  15. @Cleber, se sei un cittadino responsabile, un giorno chiederai scusa a Francesco.

  16. Signore, dammi la forza…

  17. Voglio spezzare una lancia verso il sig. Cleber (paron della ditta di pneumatici?). In effetti le dimissioni dei sindaci sarebbero da leggere non solo come semplice protesta ma anche come segno tangibile che i sindaci vogliono un ente elettivo. Mi spiego. Il ministro Delrio è innamorato della sua idea, inconsulta, che a gestire la provincia siano i sindaci. Quelli più rappresentativi, quelli con centri sopra i 15000 abitanti (Belluno e Feltre). Se, e dico se, i sindaci stessi rassegnassero, non minacciassero, dimissioni di fronte a questa proposta e richiedessero l’ente elettivo allora sì che la cosa porrebbe grossi problemi al ministro. Ma come? Chi dovrebbe essere il gestore dell’ente non lo vuol gestire? Come risolvere la questione? Questa la teoria. La pratica insegna che non tutti i sindaci sono della stessa idea, perchè non ne sono convinti, o perchè glielo ordinano i partiti di rtiferimento, perchè le velleità personali di diventare il gestore del potere provinciale potrebbe comunque allettare qualcuno disposto a scendere a patti (lo fanno per quattro denari, ne parlano i giornali) e tradire il territorio. Però tentar non nuoce…il BARD ha fatto molto di più impegnativo potremo valutare la questione. Proposta: cleber iscriviti al BARD e vieni a darci una mano. Anche noi lavoriamo e di tempo ne abbiamo poco ma come vedi ci impegniamo in piazza, così come in cima alle montagne, come a Bruxelles in Commissione Agricoltura, o a Roma a dialogare con i ministri, o più semplicemente ad organizzare serate in tutti i nostri paesi con la nostra gente. E pensa che lo facciamo gratis, al più utilizziamo per le attività i 10€ all’anno che ogni iscritto versa. Se vorrai essere con noi manda una mail o iscriviti anche via internet dal nostro sito, costa poco ed offre molto lavoro e qualche soddisfazione. Il bello è che alla fine di ogni nostro incontro, da buoni amici, una birretta in compagnia ce la beviamo. Sei invitato.

  18. Caro Gianfranco,
    a parte che non sento la necessità che mi venga “spezzata nessuna lancia” non c’è assolutamente bisogno del mio aiuto. Sarei felice se faceste l’idea vosta, non mi interessa l’esclusiva.
    Per preparare un documento di poche righe da proporre ai Sindaci, trovare gli indirizzi mail e inviare 69 mail ai sindaci della provincia (x quello di Cortina magari è meno agevole) non penso che ci vogliano più di 2-3 ore per gente sveglia come voi.
    A proposito, penso che un’iniziativa del genere avrebbe un clamore CONTINENTALE.

    P.S.: pensa che il sottoscritto, pur non essendo il magnate “signor Cleber dei pneumatici” ma uno come tanti, ha versato 100 euro come sostenitore al BARD 2 anni fa. Piuttosto per la birretta sono sempre disponibile.

  19. @Cleber. Sotto la scorza di duro c’è un Bellunese doc. Lo facciamo questo tragitto in comune?

  20. sono lusingato dalla proposta ma credimi se ti dico che il mio contributo sarebbe del tutto ininfluente (a parte la quantità di birra che vi spillerei nei “terzi tempi” come detto da Gianfranco).

    Spero piuttosto che prenderete in seria considerazione la proposta, Belluno lo merita.

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.